CARTOONCIDIO

Portinaio . Blog degli altri, Guardavo troppi cartoni, Otaku da morire, Volantinaggio web, We are Family 275 Nessun Commento

I cartoni animati sono da sempre legati al mondo dell’infanzia, ai ricordi della giovinezza, alla pelle di pesca, all’assenza di acido lattico e alle merendine piene di coloranti, olio di palma, eternit, zuccheri sintetici e conservanti.
Ma alcuni non li posso più vedere perchè li associo a momenti terribili della mia vita o a persone malvagie.
Vi ricordate Babil Junior?
Era un ragazzo emarginato con i poteri paranormali che andava in giro con un robot, una pantera e un dinosauro. Se incrocio anche un solo fotogramma del cartone mi viene in mente la mia vicina che mi torturava.
Tranquilli erano solo torture psicologiche.
Mi obbligava a ripetere la poesia per filo e per segno mentre suo figlio guardava la tv in camera. E quello stronzetto urlava “Corri c’è Babil Junior”, ma quella tiranna mi imponeva di rimanere seduto a piangere sui libri.
Un altro che detestavo era Sampei, mi ricordava il marito della mia vicina, che era matto per la pesca. Raccontava che durante le gare teneva i vermi in bocca per non perdere tempo a cercarli nella scatoletta.
Sicuramente mi perculava, ma qualche giorno fa mia madre mi ha detto di averlo beccato in posta e…“Gabry non puoi capire non aveva manco un dente in bocca”.
Caro vicino tiè! Vedi cosa succede a prendere in giro i bambini? 😛
Comunque Sampei era noioso come le maratone di Mentana. In più non si cambiava mai, non andava a scuola e non aveva un amico. Su di lui ho fatto brutti pensieri…speriamo non mi tornino indietro. 😛

sampei cartooncidio
Che dire della Signora Minù? Come può intrigare la storia di una anziana con l’artrite che diventa piccola improvvisamente senza una ragione? E che per di più ha come amica una bambina sociopatica che vive nel bosco senza tessera sanitaria.
Secondo me era una ninfomane. Qui sotto uno scatto rubato a Pufflandia.

la signora minù
Belle & Sebastien era il cartone animato preferito di mio padre, che desiderava da anni un pastore dei Pirenei, ma mia madre fissata com’era (e com’è) delle pulizie diceva che:

“Puzza di cane bagnato, poi ce l’ha la Maria Grazia che deve sempre staccargli la cacca che si attacca ai peli del culo”

La storia di Sebastien è l’incubo di Matteo Salvini, ovvero ritrovare la madre dopo un lungo viaggio e scoprire che è una zingara! 😛

cartooncidioI miei cugini, che si sentivano discreti calciatori, giocavano sempre a Holly & Benji. Io che ero una capra dovevo stare in panchina e fare il tifo per loro (praticamente imitavo Patty, la pazza tifosa che stava sugli spalti a sbandierare).
Sembravamo tre scemi. Sognavo però di vederli finire così:

cartooncidio Tutti nella mia famiglia guardavano i cartoni animati, l’ossessione di mio nonno era Chobin.
Si chiedeva come mai un cesso alieno peloso brevilineo avesse una madre così bella. A me faceva tenerezza come un ratto agonizzante.

cartooncidio chobin gargamella
Ma i peggiori fra tutti, quelli che mi facevano venire la febbre nervosa e la pellagra, erano i Cavalieri dello Zodiaco.
Lo so che molti di voi li amano ancora, ma io li trovavo insopportabili, con quei loro dialoghi stucchevoli e forbiti e sempre pronti a vantarsi delle loro armature d’oro.
Secondo me erano drogati!

cartooncidioClaudio Iemmola è l’autore di queste illustrazioni.
Il suo progetto Cartooncidio massacra ogni icona dell’animazione e risponde finalmente a tutte le mie domande.
Cosa c’è sotto la benda di Harlock?
Che fine ha fatto l’orsetto lavatore di Candy?
Lady Oscar pisciava in piedi?

Grazie Claudio per avermi fatto giustizia. 🙂
QUI la sua pagina Facebook. Subito Like!!

Il Portinaio

Ora speriamo mi faccia un disegno con Babil Junior che finisce sbranato dalla pantera! 😛

babil junior

Lascia un commento