IL CONTESTATORE DI SANREMO

Portinaio 2151

Da piccolo giocavo insieme ai suoi figli. Uno è della mia età e porta un nome “latino“, l’altro è più piccolo e si chiama come il famoso santo, che stava sotto la croce di Gesù. E’ simpatico quest’uomo. Ha baffi, tanti baffi, talmente tanti da trovarci qualità di pastine in brodo ormai fuori produzione. Mio padre è il padrino di suo figlio, quindi vale anche l’inverso,  che suo figlio è il figlioccio di mio padre. Lui e i miei genitori si sono conosciuti tanti anni fa, in una località termale, dove dicono che l’acqua faccia tanto bene. In effetti lui e mia madre sono rimasti abbastanza in salute fino ad ora. Ricordo le cene a casa loro la domenica a mezzogiorno, il letto rotondo che girava, mancava giusto lo stereo nel bidè e il frigo che ti pigliava per il culo per rendere quella casa…la casa del futuro. E chi l’avrebbe detto che questi amici sarebbero durati per così tanti anni. Nonostante le difficoltà, la lontananza e la fine di Drive in il rapporto fra le nostre famiglie è sempre stato fondato sul rispetto e l’aiuto reciproco. Mia mamma va spesso a trovarli, sua moglie dice che è come una sorella per lei. Il giorno che sono partito per il Giappone, come uno “zio” affezionato mi ha dato la mancia. C’è sempre stato, nelle sofferenze e nelle feste, nel dolore e nella felicità…ma questo mega-incipit è per dirvi che:

IO CI CREDO

Portinaio 10927

Cosa mi è successo in questi giorni? Il dolore sta passando, il livido incomincia a scendere e la gamba non sembra più uno zampone di capodanno. Oggi ho ritirato le stampelle, sbendato il polpaccio e buttato via l’anti-coagulante. Che pappamolla che sono, ma cosa ci posso fare se ho lo spirito di una fatina dei boschi rinchiusa in un corpo da Troll muschiato. A proposito…

CARA NAOKO

Portinaio 3415

All’ultimo Japan Expo di Parigi si sono esibite le Momoiro Clover Z, gruppo di ragazzine che spurga fosse biologiche a domicilio. Vestite da guerriere Sailor hanno portato con loro una lettera di Naoko Takeuchi, che confermava l’arrivo per il prossimo anno di un nuovo anime delle combattenti che vestono al mercato alla marinara.