CENSURE GIAPPONESI

Portinaio . L'altro Mondo, Porno subito 4692 13 Commenti

censuraimgMilano 27 Ottobre 2009

Sono un onnivoro di informazioni sul Giappone.
Talmente onnivoro che alla fine confondo tutto!
E’ vero, dovrei concentrarmi di più e specializzarmi su qualche argomento.
Tipo, per esempio, la storia del Giappone!
Sappiamo così poco dei Samurai e della guerra Cino Giapponese!
Possibile che ci facciano solo studiare gli Egiziani?
Che me ne frega di Cleopatra e le piramidi, tanto lo sappiamo che sono stati gli alieni a costruirle!
Fammi studiare le gesta di Genji Skan!
“Gabriele ma è della Mongolia”
E allora insegnateci le prodezze dei Ninja!
Possibile che alla Gelmini non sia venuto in mente di aggiungere nel percorso didattico più storia orientale?
Ah! E’ vero! Ha smantellato i maestri, ora è già tanto se i bambini sapranno contare fino a 20!
Rimangono internet e i libri!
Ma io voglio di più!
Voglio speciali televisivi tipo Voyager o quelli di Minoli.
Dove li trovo?
Li avranno mai trasmessi in Tv?
Non mi resta che provare con Emule.
Giuro che non li scarico i film, ma voglio vedere se c’è qualcosa che tratta la storia del Sollevante.
Usiamo la parola chiave “Giapponesi” e vediamo cosa esce.
Wow!
“Video Lesbiche Giapponesi favoloso!”
Direi proprio che non si tratta di guerre o cenni storici.
“Fiche Giapponesi in stato di Ipnosi fanno vedere sotto la gonna.”
Forse potrebbe essere un filmato sui kamikaze? Ma non avevano la gonna!
“Ragazzine Giapponesi svergognate si fanno sverginare.”
No, vabbè!
“Insegnanti porche Giapponesi fanno orge con gli alunni!”
Questa è una provocazione allora?
Proviamo a scaricarne uno.
Ho già avuto un’esperienza con il porno orientale quando ero a Tokyo.
Sono rimasto così allibito che forse dovrei fare una ricerca sociologica sull’erotismo giapponese.
Perché girare un film porno e censurarlo?
Scusa, allora fai un film erotico, quello del vedo e non vedo!
Cosa sono tutte queste censure?
Secondo il Codice Penale Giapponese non si possono mostrare i genitali nei film o fumetti porno!
Quindi in questi anni, durante le post produzioni, tutti si sono divertiti a creare le loro censure!
Iniziamo con il classico rettangolino nero che sostituito al pene lo fa diventare come una mattonella del lego.
Lo stesso rettangolino nero censura anche il “fiore” femminile così, quando l’uomo lo tocca con la mano sembra che ci stia inserendo il bancomat!
I retini invece fanno intravedere un po’ di più, ma sembra che gli attori abbiano foruncoli ovunque o che non si siano fatti il bidet!
Ancora più tragico è quando la censura interviene facendo svanire tutto.
L’uomo sembra il bambolotto Ken e la donna una reclame di un’estetista sbadata o una che ha esagerato con il silkepil.
Di solito nei filmati porno giapponesi si vede tutto pixelato!japan-pixel-porn
Nei video amatoriali le donne, per non farsi riconoscere, si fanno censurare anche la faccia!
Alla fine sembra di vedere un manichino di “Intimissimi”!
Le case di produzione di cartoni animati, per sviare questo problema, si sono inventate i film con gli alieni i cui esemplari maschi al posto di “quello” hanno tentacoli o viscidi rami con punte arrotondate.
E io quando vado dalla pescivendola la immagino posseduta dal polipo che si risveglia dal suo letto di ghiaccio tritato!
Ma fra le tecniche di censura trovo proprio esilarante quella della sostituzione.
Ovvero mettere qualcos’altro che ricordi quello!
Orchidee, bocche divoratrici e vongole per lei, mazze da baseball, funghetti e rape per lui.
Tutto sembra strano lo so, ma che ci volete fare, il bello è proprio questo!
Ora andate a sostituire i vostri apparati riproduttivi!
Io propongo la classica zucchina per i maschi e la foglia di lattuga per le femmine, così facciamo un bel minestrone!hokusai_octopus

Gabry

Trackback dal tuo sito.

Commenti (13)

  • francesca

    |

    Questo pezzo è stupendo Gabriele!!! e poi l’immagine giapponese con la geisha e la piovra è meravigliosa… grazie, continua così.

    Rispondi

  • Alice

    |

    sei il mio mito, lo sai vero? 🙂

    Rispondi

  • Alice

    |

    ti ho messo su GiapponeGiappone e linkato nella FanPage di Facebook 😉 baci baci

    Rispondi

  • Bea

    |

    Un capolavoro: informazione ed ironia! Omedetou.

    Rispondi

  • Luca Sperelli

    |

    Ahhahaha! Geniale 😀 Sto cercando in cucina qualcosa da sotituire al mio apparato!

    Rispondi

  • Fabrizio

    |

    Ben scritto.
    odiosi quadratini!!
    soprattutto se poi guardi ad immagini come l’ultima che pubblichi, o alla loro letteratura, così intrisa di erotismo, anche estremo.
    Le antiche stampe erotiche sono spesso niente affatto censurate e molto molto belle.

    Ora invece censurano pure i fumetti erotici :((

    Rispondi

  • Fabrizio

    |

    a Lucca trovati un buon disegnatore in stile manga e sceneggia tu un fumetto….

    Rispondi

  • luchino

    |

    aahahha ma nn dovevi parlare di storia orientale???????hahahaha caz io ti adoroooo!!!

    Rispondi

  • alex

    |

    il disegno del polipo è davvero inquietante… lei è sdraiata tra due montagne? ahahahhh fantastico

    Rispondi

  • Marco

    |

    Ma quanto le pensi? La notte? Sei incredibile

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    Marco :

    Ma quanto le pensi? La notte? Sei incredibile

    ebbene sì questo l’ho scritto di notte!!!

    Rispondi

  • Davide

    |

    La migliore è la “pannocchia personificata”.
    Esiste: lo giuro.
    E’ una pannocchia con il viso, che ha espressioni in linea con quello che sta facendo.
    Ingrifata, goduriosa, affaticata….
    E’ come se il pene avesse un’anima… alla fine quasi ci si affeziona…
    E cosa dire della “palla da basket che rimbalza” per simulare il su e giù di quando si ha un rapporto??
    Se i Giappi non ci fossero… come faremmo!?!?!!?

    Rispondi

  • Bea

    |

    bravo, al solito ed incisivo al solito …. ma anche gli uomini si fanno criptare il visino …. alle mogli dicono che fanno gli impiegati…in realta’ gliene danno secche da mane a sera!!

    Rispondi

Lascia un commento