DAMMELO SUBITO

Portinaio . Consigli per gli acquisti, Italians do it better, Markette, Portineria, Psicosi Collettiva, Volantinaggio web, We are Family 1981 Nessun Commento

“Figlio mio aiutami a spostare le piante sul terrazzo lo sai che la mamma è anziana”
“E allora perchè chiedi a tutti – Sai quanti anni ho?”
“Perchè la mia pelle è nutrita e idratata da anni di creme di marca”
“La pianta appartenente alla famiglia delle Lamiaceae però la butti via?”
“No!
“Non puoi tenere tutto”
“Fatti i cazzi tuoi! E’ casa mia…tu pensa alla tua bettola”

Così da bravo figliuolo ho aiutato la mamma a fare i lavori pesanti durante quest’estate piovosa.
Siamo una famiglia di accumulatori.
Ho trovato i denti di quando ero piccolo chiusi in una scatolina, il bracciale del reparto di maternità di quando sono nato e il pigiama che indossava mia nonna quando è morta!

“Mamma fai schifo!”
“Vedrai quando verrò a mancare io!”
“Certo mi conserverò le pellicce da prostituta e le maglie sexy di leopardo!”

Le ho buttato lì  l’idea di vendere qualcosa su internet, facendo metà sul guadagno.
Le statuine raffiguranti la maternità di una borghese non me l’ha voluta dare…le calamitine di Papa Francesco neppure…le lastre del colon del nonno manco a parlarne.

“Sto gattino in ceramica?”
“Non posso! Me l’ha regalato la vicina”
“Ma è morta!”
“Oh mio Dio! Quando?”

Il mio primo bottino! Sono così emozionato. Che nick posso scegliere per inziare il mio mercatino 2.0?
Via al televoto:

1) Renato al Mercato
2) Gisella fa l’amore dietro la bancarella
3) Dante l’ambulante
4) Tratta delle schiave
5) Tony lo spacciatore
6) Una volta si comprava meglio al mercato adesso è tutto in mano agli extracominutari
7) I fruttivendoli sono tutti stranieri

Stop al televoto.

Puoi vendere qualsiasi oggetto su internet. Persino l’anima.
Prima però devi registrarti. E-bay è complesso e macchinoso. Ha così tante clausole che alla fine mi è uscito il sangue da naso e non ci ho capito una sega.
Restano Kijiji e Subito.it.
Sono indeciso…Dio dammi un segno.

Subito.it
Evvai! Ora posso esaudire uno dei miei sogni: cantare in un coretto di ciellini! 😛
Il gatto di ceramica di mia mamma costa la bellezza di 120 Euro, non me ne voglia la mia vicina, ma di sicuro l’ha riciclato da qualche riffa natalizia. L’ho messo in vendita a 60 Euro, con tanto di scatola ben conservata, certificato dell’autore e carta intestata.
Micetto avrai vita breve in casa mia!

Dopo neanche un giorno sono arrivate le prime risposte.
Cazzo allora funziona veramente!

Ciao sono Elena sono molto interessata al gatto di ceramica me lo vendi a 40 Euro?”
“Grazie Elena per il tuo interessamento, ma il gatto non è di mia propietà, purtroppo il prezzo non è trattabile”

“E’ ancora in vendita il bellissimo gatto di ceramica? Se me lo lasci a 30 Euro me lo vengo a prendere a casa tua”
“Grazie Elena per il tuo interessamento, ma il gatto non è di mia propietà, purtroppo il prezzo non è trattabile”
“Io non mi chiamo Elena!”
“Scusa ho fatto un copia e incolla!” 😛

“Ciao ti va di barattare il tuo gatto con una borsa da ginnastica?”
“E’ molto allettante la tua offerta, ma preferisco un Iphone a questo punto!”

“Ciao vorrei comprare il gatto del tuo annuncio, ma per ora dispongo solo di 20 Euro. Questa è la mia offerta”
“Caro compratore 20 Euro me li da mia madre per spaccarlo sotto i piedi!”

subito.it annunci

La gente non è a posto.
Però ci ho presò così tanto gusto che ho iniziato a vendere la di ogni. Tanto pare de stà in un Souk di Marrakech!
Scarpe usate come nuove, foulard da vecchia, poster del fratello di Peppa Pig tutto cagato e altri oggettini rubati da casa dei miei.

“Gabry hai visto per caso le mie scarpe con la zeppa nera che quando le indosso mi fanno traballare?”
“No!”
“Sicuro? Ero certa di averle messe nello sgabuzzino”
“Mamma vedrai che prima o poi salteranno fuori” 😛

Nonostante avessi intasato Subito.it l’oggetto più richiesto è stato sempre quel gatto malefico!
E il mio errore più grande è stato lasciare visibile il numero del cellulare.
Sms delle otto del mattino:

“Ciao sono Serena, mi piacciono molto i gatti, non è che tu vendere a me. Io però do 40 Euro e le spese di spedizione sono tue”
“Serena non è trattabile l’oggetto in questione”
“Io non posso venirlo a prendere”
“Perchè?”
“Sono sordo muta”

Ma cosa c’entra!! Non sono mica la Caritas.

subito.it annunci cane

“Serena mi dispiace molto per il tuo problema, ma sono in trattativa con un altro ragazzo di Pomezia”

E qui il colpo di genio!

“Non ho parole!”

Il Portinaio

Il peggio di Subito.it lo trovate su Facebook cliccando QUI.
Quanto al mio mercatino è miseramente fallito.

Lascia un commento