EBICHU

Portinaio . Amico è, Guardavo troppi cartoni, Portineria, Videocracy 1549 7 Commenti

ebichuIl post che segue presenta un video ad alto contenuto erotico, linguaggio scurrile e verità nascoste e se siete curiosi mia madre non mette la besciamella nella lasagna. 🙂
I miei piccoli fans macinano cartoni animati di dubbia moralità, sicuramente guardano porno orientali amatoriali e ogni tanto mi rendono partecipe alle loro serate.
Mi diverto molto con loro, perchè portano sempre amiche giapponesi, che posso prendere in giro.
L’ultima volta siamo andati da un cinese, che ci trattava un po’ maluccio, ma ho scoperto tante cose nuove su di loro.
Mai invitare Alberto a cena, potrebbe svuotarvi il frigorifero. Nel suo stomaco dev’esserci scritto “all you can eat”.
Mai invitare la figlioccia di Egidio, potrebbe usare qualsiasi cosa per fare degli origami.
Mai invitare Andrea a cena con dei cristiani ciellini, potrebbe finire a mazzate.
Mai invitare Diego!
A questo giro mi hanno illuminato su Ebichu, il loro mito giapponese.

ebichu
Oruchuban Ebichu è un cricetino – versione perversa di Hamtaro – vittima delle violenze e delle frustrazioni della sua padroncina.
In questo anime, prodotto dalla Gainax (mica bruschette) il criceto politicamente scorretto parla di fellatio e altre pratiche sessuali, fumo, vibratori e cerca ogni volta di aiutare la sua padroncina a risolvere i problemi sentimentali che l’attanagliano.
E voi avete mai avuto un animaletto così piccolo?

criceti
Io avevo una cricetina che odiava (come tutti gli animali di casa) mia madre, quando lei passava vicino alla gabbia pisciava fuori dalle sbarre per farla scivolare sul pavimento.
Buttava la segatura sul tappeto e cercava sempre di morderla.
Mia madre per vendicarsi le faceva il dito medio!

“Mamma scusa se ti disturbo ma stai litigando con il criceto?”
“E’ una faccenda privata!”
“Perchè non vi pigliate a borsettate?”
“Perchè lei non ce l’ha!”

Un giorno l’abbiamo fatta accoppiare e il risultato è stato: una miriade di cricetini che odiavano mia madre.
Abbiamo dovuto regalarli a mia zia ma al loro posto è arrivato un furetto.
Ma questa è un’altra storia!
Voglio bene ai miei piccoli fans ma da oggi prenderò esempio solo da Ebichu!
Volevo chiedere scusa a Mariko san per averle nascosto un cucchiaino nella giacca, ma sai qui in Italia si usa tanto portare a casa un souvenir dal ristorante!
Ti voglio bene anche a te!

Il Portinaio

Commenti (7)

  • Enrico

    |

    Corro a comprarmi una criceta

    Rispondi

  • ohurosan

    |

    La migliore è quella del maniaco al telefono!

    Rispondi

  • Bea

    |

    Ottioooooo!!! *_*
    Ah, anche mia nonna non mette la besciamella nella lasagna!

    Rispondi

  • Il Pizza

    |

    Ma quante ne sappiamooooo !!!!
    Alla prossima cena io e Mariko abbiamo bisogno di forchetta e coltello, ありがとう。
    またね。

    Rispondi

  • Egidio

    |

    Tengo a precisare che pure mia figlia tiene uno stomaco “all you can eat” .. solo che al ristorante era un po’ in soggezione.. 🙂
    Dai che la prossima volta ti regalo un origami !

    Rispondi

  • tokyonome85

    |

    mmm credo che anche io non sia molto simpatica ai criceti, mi son beccata un morso da quello di mia cugina, chiamato con lo stesso nome di un giocatore della lazio…tristezza.
    Ah e comunque pare che lo stomaco all you can eat sia molto diffuso, dovresti vedere come perdo la dignità davanti ad un buffet…

    Rispondi

  • sbaraus

    |

    la lasagna senza besciamella è nata prima e si chiama Vincisgrassi tipico della zona di Macerata, se ben preparata è nettamente superiore. P.S ragu con papera e pasta sfoglia con uova di tacchina……naltro passo….

    Rispondi

Lascia un commento