G.A.A.S. : GRUPPO D’ASCOLTO ANONIMI SANREMESI

Portinaio . Italians do it better, Melevisioni, Musica Maestro 1784 4 Commenti

nilla_pizzi_360X320Ciao sono Gabriele, ho 34 anni, e sono dipendente da Sanremo.
La mia amica Microbo Calamita è la team leader del G.A.A.S. – Gruppo di Ascolto Anonimi Sanremesi.
Sono arrivato in ritardo al ritrovo del Gruppo e quindi mi sono perso i duetti degli eliminati.
Ho fatto ammenda, mi sono tagliato il mignolo come uno yakuza, e ho aiutato a rianimare gli altri presenti che erano cianotici dopo aver visto Pupo, lo Sconosciuto e il principe Filiberto che duettavano con il fantasma del Re Vittorio Emanuele.
Gli abiti della Clerici peggiorano sempre più. Questo color carta di panettone “Balconi” la fa sembrare una tacchina ripiena. Gai Mattiolo deve averlo disegnato nella sala mensa del carcere o durante l’ora d’aria.
Nino D’Angelo e il clan di Gomorra mi fanno tanto ricordare le feste passate coi miei parenti.
Fra strufoli, pastiera, tric e trac, magliette di Maradona, la zia che mi pesta, e le urla e i dialoghi con la D al posto della T.
“TanDi auguri Gabriè”
“Grazie zia, io però non ti ho preso il regalo”
“Non fa nieDe…strunz!”.
Elisa è brava, ma ha bisogno di un corso di dizione e di uno stylist. E’ vestita come una ragazzina dell’oratorio. A Elì, a questo punto perché non ti sei messa la tuta che stavi comoda e fresca e non ti si irritavano le emorroidi post-parto?
I balletti di Luca Tommassini sono brutti come i saldi da Zara.
Può un corpo di ballo coprire la visuale degli spettatori? Con il rene che hanno donato per avere un biglietto, questi vogliono vedere i cantanti, mica il culo dei danzatori!
D’altronde, da uno che veste la Cuccarini con una chitarra ci si può aspettare anche molto di più.
Visto che la Lorella era la “Signora Scavolini”, perché non le hai messo due reggiseni di tostapane e un apri-noci come tanga? Un po’ di creatività Dio mio!
Tra i miei mille lavori, ovviamente c’è anche quello di direttore artistico. Se volete che i media parlino di voi, chiamate me! Ok?
I giornali hanno definito Antonella Clerici “goffa”.
E’ caciarona, ok, e sicuramente avrebbe voluto due pattine al posto dei trampoli, e un grembiulino e due presine come copricapezzoli.
Fiorella Mannoia sembra Tyson. Vorrebbe mordere l’orecchio alla Clerici, ma non può, è femminile come un rutto al circolo del fritto misto di Cosenza, e la sua interpretazione di “Estate” dei Negramaro non mi piace per niente.
Ma stasera ci sono solo ospiti? Quando annunciano che Scanu è stato eliminato per sempre e che ritornerà a produrre solo il pane carasau?
Miguel Bosè interpreta “Non ho l’età”. Sì, l’età per cantare e per truccarsi.
Oggi ho visto alla Tv Cristiano Malgioglio che se la tirava perché diceva che sarebbe uscito a cena con Jennifer Lopez, ma non poteva rivelare il ristorante. Come se ai telespettatori interessasse sapere che Malgioglio esce con le cameriere latine.
Durante il colloquio con gli Anonimi viene fuori la polemica su Bennato, che pare fosse comunista e che si sia venduto alla destra. Siccome io non voglio parlare di politica, almeno stasera, svio il discorso sui suoi capelli stirati e tinti.
Sembra uno di quei cinesini di via Torino a Milano il sabato pomeriggio. Gli occhiali da sole, poi, sono sinonimo di maleducazione o di grandi occhiaie.
La sua performance ha fatto resuscitare Tenco, Dalida e Claudio Villa!
Bennato: “Vorrei fare qualcosa del mio nuovo disco”.
La Clerici: “Mi piacerebbe che facessi qualcosa del tuo nuovo repertorio”.
Oh ma non vi capite?!! Alla fine cosa canta Bennato? Una canzone vecchia, mi pare ovvio!
Quando arriva Nilla Pizzi che ci facciamo delle grasse risate?
Oggi l’ho vista accompagnata da Lele Mora che sembrava l’infermiere gonfio di cortisone che porta la vecchia all’ospizio.
Ora tocca a Massimo Ranieri, e siccome è paesano mio, scusate il gioco di parole, massimo rispetto!
Mi ricorda i viaggi Milano – Avellino in macchina con miei genitori, e con tutte le canzoni di Peppino di Capri, Massimo Ranieri, appunto, Mario Merola, le hit estive anni 60, gli Squallor e Bimbo Mix. Ecco perché sono diventato così!
Ore 23:11. Cambio d’abito per la Clerici, ovvero, due tendine come spalline attaccate al vestito di prima. Datele da mangiare che inizia ad avere un calo di zuccheri!013013147-c963c698-7e5e-43a6-9afb-207c24683752
Presenta Carmen Consoli come una che ha venduto milioni di dischi negli Stati Uniti. (?!!)
“Presto una parmigiana in camerino!”
“Magna AnDonè che non ce la fai più, vieni che ti asciugo il sudore tra le righe del seno”.
Carmen Consoli (divina), come una dama da compagnia, porta Nilla Pizzi sul palco che è sorretta da un pirla vestito di bianco con una manica di pellicola trasparente.NILLA-PIZZI-D
Nilla è piena di tavor, povera vecchia, sbiascica e non capisce cosa dice. Sembra la sorella di Moira Orfei…Nilla MORIA Pizzi!
Ha solo pochi minuti, poi dovranno rimetterla in formalina e venderne la parrucca su Ebay!
Noto che il Gruppo Anonimi però è commosso!
Cocciante è la fiera del crespo. Come ha fatto a vivere così per anni senza mai usare il balsamo?
Ogni volta che canta sembra stia cagando un cactus. Piange e gli tremano le mani.
Mentre lui si strugge nell’interpretare la long version di “Se stiamo insieme”, la Clerici pensa di essere all’osteria.
“Osteria numero sette, parabonzibonzibon! Cantami Margherita o mostro le tetteeee”,
“Osteria del lungo mare, parabonzibonzibon! I tuoi musical fan cagareeee”,
“Osteria del gran sasso ammazza quanto sei bassoooo”.
Gli uffici delle più grandi agenzie interinali rimarranno aperti per offrire colloqui di lavoro ai cantanti del Musical di Riccardo.
Ora è la volta di Renga, che, a detta di tutti, è il mio alter ego. Canterà “T’appartengo” di Ambra. Sì, magari!!
Però i discorsi fra lui e la Clerici su come cagano i loro pargoli non ce ne possono fregare di meno.
Mentre il duo Fiorella Mannoia – Elisa allieta il pubblico lesbo, io noto con orrore che quest’ultima ha problemi seborroici al cuoio capelluto!
Questo San Remo sarà ricordato come La fiera del cuoio capelluto unto!
Ora iniziano le nuove proposte. Di notte.
L’avevo detto ieri di metterli per primi…
La povera Jessica Brando, quindici anni, non può esibirsi perché le legge non vuole che i minorenni vadano in onda dopo mezzanotte. Se poi invece bevono e si drogano prima delle ventiquattro, fa niente.
Poverina! Ora sarà traumatizzata tutta la vita!
Domani Silvia Vada di Studio Aperto la umilierà chiedendole com’è stato “non cantare” a San Remo.
Esibizione o registrazione, la canzone ovviamente era inascoltabile. Voto: 1!
Nicola Bonazzi ha la faccia da ferro da stiro. Voto: 3!
La fame di Camilla, bravi! Voto: 7.
La bava di mio padre, il mio gruppo musicale: scartati!
Per le quote meridionali di questo Festival c’è anche Toni Maiello, ex di XFactor,  che sembra cantare un motivo di Pocahontas. Voto: 3.
Romeus, nome da gruppo tedesco anni 80, fa un po’ i versi sul palco. Voto: 5.
Ore 01:00. Il Gruppo d’Ascolto Anonimi Sanremesi non ce la fa più.
Antonella dice che le tremano le gambe. Certo, saranno gonfie di ritenzione idrica!
Ripescati Scanu e Pupo con il principe Filiberto!
Dio non esiste, e il G.A.A.S. si scioglie.Immagine99_02
Buonasera, mi chiamo Gabriele, ho 34 anni, e sono intossicato da Sanremo.

Il Portinaio

Trackback dal tuo sito.

Commenti (4)

  • Gianni

    |

    io mi scuso umulmente per aver saltato l’incontro…ma se il gruppo si ritroverà per il gran finale ci sarò sicuramente!

    PS post esilarante!

    Rispondi

  • Fabio

    |

    Retwittato. Vero, molto esilarante…

    Rispondi

  • Ulghin

    |

    ma quanto sei gnurant, la canzone di Nicolas era la più bella del festiva!!

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    Ulghin sei arrivato un po’ in ritardo…chi è Nicolas?

    Rispondi

Lascia un commento