L’IMBARAZZO TELEVISIVO

Portinaio . E' successo ora, Italians do it better, Melevisioni, Morto di fama, Psicosi Collettiva, Raccolta differenziata, Videocracy 459 Nessun Commento

Sono stato via qualche giorno per lavoro e al mio ritorno scopro che:

  • La gente continua a guardare il Grande Fratello
  • Mia mamma è pazza del telefilm Rimbocchiamoci le maniche
  • La Brigliadori è una cosplayer

eleonora-brigliadori-pazza

Siamo attaccati alla Tv come se fosse un respiratore.
E’ argomento di discussioni al bar, indigna le persone, ti fa guadagnare un sacco di soldi e usata in modo terapeutico concilia il sonno.
Io ahimè non la guardo quasi mai, sono fuori dai giochi. Il mio blog è cercato con parole chiave assurde e ogni tanto qualcuno mi suggerisce “Perchè non parli di Pechino Express? Perchè non guardi la tv? “
Perchè sono povero!
La mia televisione era quella che tenevano i miei genitori in cucina prima di essere operati alla cataratta. Si lamentavano sempre che non riuscivano a vedere i colori nitidi.
Ho cercato di convincerli a guardarla in bianco e nero, come negli anni 60. E poi di andare anche al fiume a lavare i panni e di costruire un pollaio in giardino, ma la mia idea di ritornare indietro nel tempo non ha attecchito. Risultato: hanno parcheggiato la tv in garage. Ma siccome io non ce l’avevo sono andato a raccattarla e l’ho messa nel mio piccolo salottino.
Quegli infami dei miei però non mi avevano avvertito che era veramente rotta.
Il telecomando funziona solo dal 4 al 9, i programmi saltano e ogni tanto si spegne da sola come se fosse impossessata da qualche poltergeist.
Quindi per vedere alcuni programmi mi tocca andare dai vicini, che mi hanno già soprannominato invadente meridionale, ma loro hanno una 55 pollici in 3d che ti vedi pure Maria De FIlippi uscire dallo schermo e andare in cucina a fare il caffè.
Non posso sempre approfittare di loro. Già mi sopportano quando li obbligo a subire San Remo e X Factor, non posso certo obbligarli a guardare trasmissioni come il Grande Fratello Vip e Chi l’ha visto?.
Così alcune info le prendo da Twitter, che in tendenza  ha spesso hashtag legate al mondo televisivo.
In questi giorni non si fa altro che parlare degli inquilini della casa di Mediaset. Pure il Corriere e Repubblica fanno a gara a mettere video nelle colonnine di destra, quelle di solito dedicate ai gattini e agli atterraggi di fortuna degli aerei. Dev’esserci qualche accordo economico perchè non mi spiego questa loro ossessione nel mostare Valeria Marini struccata e Pamela Prati in preda a crisi di panico.
I protagonisti del GFV sono dei morti di fama e questo l’avevamo capito tutti, ahimè nessuno di loro ha una staccio di laurea, un percordo di studi decoroso, manco un corso di cucito.
E siccome la tv è lo specchio del paese eccoci serviti.
Si è urlato allo scandalo per le esternazioni sessiste e omofobe di Clemente Russo.
Grazie a Bettarini abbiamo scoperto che la Parodi è cornuta e che a lui piace giudicare le donne con cui va a letto, manco fosse un agente di attrici hard.
Quando ero piccolo a scuola subivo sempre atti di bullisimo da un paio di compagni che avevano due cognomi e che erano di origine lombarde. Mi prendevano in giro per le mie origine meridionali. Io facevo di tutto per avere delle fattezze ariane. Mi rasavo i capelli, non mi abbronzavo, mi strappavo tutti i peli dalla faccia, ma ricordavo più un “terrone con l’ittero”.
Tutto questo per colpa di Bossi, che in quegli anni imperversava in tv con le sue campagne contro i “terun”.
Non abbiamo fatto dei gran passi.
Io mi sono accettato per come sono, coi miei colori ambrati e le barbe magrebine, ma ai più deboli cosa succederà?
Chi difenderà le donne dai Bettarini di quartiere? Chi vendicherà le offese subite da quel Bosco che io non conosco? (scusate la rima)
Non c’è punizione. Questi personaggi animeranno i salotti di Barbara D’Urso per qualche mese, poi forse finiranno a presentare feste paesane di Miss periferia, inaugureranno Centri Commerciali in Brianza e se saranno fortunati potranno aprirsi con i risparmi di una vita un localino che fallirà entro un anno per poi rientrare in tv a piangersi addoosso.
Se cambiamo canale non avranno più potere, se non gli diamo Like non subiremo più la loro presenza.
Questo è il nostro castigo e un mio piccolo consiglio.

Il Portinaio

Qui uno dei messaggi privati che si sta beccando Eleonora Brigliadori dopo il servizio fatto dalle Iene. Va bene che è pazza e dovrebbe essere rinchiusa in un centro d’igiene mentale, ma qui stiamo degenerando con minacce e insulti volgari. Ma d’altronde se lo fanno al Grande Fratello Vip…

eleonora-brigliadori

“e paghiamo per sentirci
uguali a qualcuno che non ci assomiglia mai” (Otto Ohm)

Lascia un commento