MIA: LIVE FROM ITALY!

Portinaio . Amico è, Portineria 713 Nessun Commento

fuji+shinkansenMilano 1 agosto 2009

E’ atterrata!
Finalmente dopo tre mesi e mezzo io, la Piera e Mia san ci rincontreremo!
Questa volta non viene da sola, ma con una sua amica!
M: “ Pronto Gabry, io prendo treno da Pescara oggi pomeriggio e arrivo stasera!
G: “ Bene, sono contento che sei arrivata (sana e salva) sai dirmi a che ora arriva il treno?
M: “ 10:30, forse 11:30, forse mezzanotte?
G: “ ????”
M: “ Io do il numero del treno”
G: “ Ok ok tranquilla, non ti preoccupare, appena arrivi partiamo subito per Venezia ok?”
M: “ Io sale”
G: “ Sì sì devi salire sul treno”
M: “ No io sale nei capelli”
G: “ ????”
M: “ Io puzza”
G: “ ????”
M: “ Io no doccia”
G: “ Ma dove sei? In un campo nomadi?”
M: “ ????”
G: “ Ok, facciamo così, inizia ad arrivare a Milano e poi vediamo cosa fare”
Ovviamente il treno è in ritardo di un’ ora!
Belle figure!
Come al solito l’efficienza giapponese non la batte nessuno!
Quando eravamo a Tokyo, se un treno doveva partire al minuto 53, eri certo dell’orario!
In Italia ormai abbiamo perso la bussola anche sui binari!
Freccia Rossa costa come un weekend a Portofino, gli Intercity arrivano con il cambio di stagione e i Regionali sembrano dei cortei funebri, tanto vanno lenti!
Fossero poi tutti puntuali!
Giappone vs Italia: 1 : 0
Dopo aver memorizzato, nell’attesa, ogni centimetro quadrato della stazione milanese, finalmente il treno da Pescara è arrivato!
M: “ Scusa noi tardi”
G: “ Non è colpa vostra tranquille”
M: “ Lei è mia amica Akiko!”
Akiko è l’amica di Mia San, anche lei fan di Jarno Trulli, si sono conosciute tramite il fan club giapponese e, non si erano mai viste prima di oggi! 
Akiko è di Sendai, una città a nord di Tokyo, a circa due ore di Shinkansen dalla capitale!
E’ molto carina, servizievole e gentile.
S’inchina sempre e ti ringrazia per qualsiasi cosa!
G: “ Watashi wa Gabriele desu”
A: “ Akiko desu”
G: “ E’ andato bene il viaggio?”
A: “ Arigatou”
G: “ Scusa, ma i treni italiani sono sempre in ritardo”
A: “ Arigatou”
G: “ E’ la prima volta in Italia?”
A: “ Arigatou”
G: “ Mia san ma non parla italiano Akiko?”
A: “ Arigatou”
M: “ No lei capisce però”
A: “ Arigatou”
G: “ Do you speak English?”
A: “ Arigatou”
M: “ No lei poco Inglese”
A: “ Arigatou”
G: “ E basta!!!! Sembra di stare in un negozio a Shibuya!!
M: “ Noi partire subito?”
G: “ No tranquilla dormiamo qui e partiamo domani mattina presto”
M: “ Io sale?
G: “ Ma hai comprato sale?”
P4100005

M: “ No! Io fatto bagno nel mare, ma non mi sono lavata e ho sale nei capelli”P4100006

G: “ Non avevo capito che fesso! Puoi fare la doccia a casa”
M: “ Questo regalo per te?
G: “ Cosa sono?”
M: “ Per fare Macha latte, Seppie con riso, Azuki e per fare the freddo!”
Questo il menù: Quattro seppie che sembrano fossili, sottovuoto ripiene di riso, un vibratore (vi giuro la forma e il colore è quella) di gelatina di azuki e torta al the verde, oltre che alla polvere per farlo!
Le seppie fanno impressione!
Dopo averle portate a casa, Steve ha preparato per loro una bella caprese, visto che stavano morendo di fame ma non volevano ammetterlo!
Da mezzanotte all’una e mezza abbiamo chiacchierato sul Giappone, sulle cantine di Jarno, sull’Italia!
Mi sembrava di essere tornato in Giappone per un attimo, quasi avevo dimenticato della lentezza un po’ Zen, alla cordialità e ai sorrisi!
Credo si siano addormentate alle 4 di notte, tra Jet leg e docce infinite!
Domani si va a Venezia e dopo a Lignano Sabbiadoro dalla Piera!P4100003
Sarà come tornare indietro nel tempo!
Gabry

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento