NATALE NON ESISTE VOL.3

Portinaio . Nobodyknowsme, Portineria, We are Family 358 Nessun Commento

Diciamo così: il peggio è passato.
Lo stress natalizio, la corsa ai regali, il menù e tutti i falsi auguri sono svaniti in men che non si dica.
Ora possiamo tornare normali.


Come ogni anno nella top 3 dei peggiori doni ci sono quelli di mia cugina.
A questo giro è venuta sotto casa in pompa magna con il suo Suv 4 ruote motrici 2000000 cavalli. Pareva ‘na terrorista.
Tutti si sono dovuti scansare al suo arrivo, perché lei non da precedenza, non vede gli Stop e nemmeno i semafori. Credo abbia 1 punto sulla patente.
Siccome non aveva tempo sono dovuto scendere, aspettarla al freddo e al gelo, cuccarmi le sue lamentele sulle feste e sui regali che fa a Natale.
Lei è nota per comprare tutto al mercato e dai cinesi.
A mio padre ha regalato una bellissima coppola, credo acquistata in un negozio “normale” e non in quei “Trading Xao Mei” che sono solo una copertura per operatrici del sesso orientale.
A me è capitata una bellissima borsa di ecopelle nera vintage che frigge alla luce del sole ed emana radioattività dalle cuciture, con una tracolla in midollino finto effetto optical che ti sega le spalle.
A mia madre ahimè è finito il peggior regalo dell’anno.
Una maglia T.U.

“Che cazzo è T.U.? Sarà una roba cinese”
“Vuol dire Taglia Unica”
“E che taglia è Taglia Unica?”
“E’ una taglia che potrebbe indossare una persona di sana e robusta costituzione”
“????”
“Non fare quella faccia pensierosa”

La maglia è in finto lamè nero argento, con il collo alto.
Sul cartellino c’è scritto: 80% acrilico, 5% viscosa,  5% polimero risultante dalla condensazione di un acido e di un alcol entrambi bivalenti, 10% di materiale alieno.
Quando l’ha indossata sembrava un insaccato caduto in una vasca di glitter.
Io e mio padre abbiamo iniziato a ridere e mia madre si è offesa.
Dentro il pacchetto c’era anche una bellissima collana in finto argento con un diamante grosso come una noce, ma la pietra era talmente vecchia che risultava opaca alla vista e un po’ appiccicosa al tatto. Secondo me l’ha pagata in Lire. 😛
Infine una bellissima Stella di Natale che ha iniziato a perdere le foglie appena sono entrato in casa.
Mia cugina è una donna adorabile. Ricca e tirchia insieme. D’altronde l’unico modo per rimanere benestanti è non sperperare.

Mia zia non mi ha fatto niente. Cioè mi voleva dare la mancia, ma io da bravo ragazzo l’ho rifiutata. Perché a Natale conta il pensiero, ma il mio pensiero è che la zia avesse tempo per me e non che mi facesse fuori in 2 minuti con una busta. E che cazzo, potrai perdere un secondo per comprarmi un cd?

Ma lei mi aspetta.

“Vieni a trovarmi così ti do la busta”
“No, tranquilla. Ti è piaciuto il mio regalo?”
“Sì, era una bellissima tovaglietta”
“Veramente era un foulard!”

Mio zio come al solito regala a mia madre una panettone veneziana costosa e la tessera Esselunga, ma stranamente non comprende che lei vorrebbe solamente passare il Natale con lui.
Mio cugino XY ha chiamato a casa dopo 15 anni per farci gli auguri solo perché aveva ricevuto la “busta”.
L’altra mia zia non si da pace e non capisce perchè tutti la detestino. Io le ho ricordato che era così anche 20 anni fa. E poi abbiamo giocato a tombola insieme.

Infine il dramma delle feste.

“Figliolo hai visto il Gesù bambino? Non lo trovo più”
“Che ne so! Ma perché l’hai nascosto?”
“Beh io lo metto fuori solo a Natale”
“Cerca bene…magari prima o poi riappare”

gesu-bambino

Il Portinaio

Lascia un commento