SOFISTICATORE POSTURALE (DMC Shop e le dannate televendite)

Portinaio . Consigli per gli acquisti, Gadget per adulti, Nobodyknowsme, Portineria, Psicosi Collettiva, Raccolta differenziata, Shopping Compulsivo, Volantinaggio web, We are Family 4352 3 Commenti

Maledette televendite che ipnotizzano mia madre. Perchè quella ci crede!!

 

“Figliolo ho appena comprato delle creme abrasive fatte apposta per pulire il muretto del balcone”
“Vuoi dirmi che chimici e scienziati si sono massacrati in notti di lavoro per creare un prodotto esclusivo per i muretti dei balconi?”
“Sì”
“Dove l’hai visto?”
“In tv!”

E non è finita.

“Ho anche preso una pasta che assomiglia al dentifricio, ma serve per smacchiare patacche ostinate che manco la candeggina”
“E dove l’hai trovato questo miracolo della pulizia?”
“In tv!”

E dio fulmini mia madre e quando mai l’ho convinta a comprare il televisore a 54 pollici.
Ora riesce a distinguere da lontano i numeri sovraimpressione e anche il logo dei canali.Prima aveva la tv piccola e a malapena guardava Rai Uno, poi si addormentava alle 10 e nessuno in famiglia temeva che arrivasse qualche corriere a portarci oggetti strani.
Da anni, in garage, è parcheggiato un aggeggio per fare palestra che assomiglia più ad un’opera di arte pop. Si è arrugginito dopo dieci giorni.
Sei mesi fa è arrivata in casa una mini cyclette. Ovvero una specie di bidone della spazzatura con attacati due pedali. E’ facile da usare: tu stai seduto e fai finta di andare in bici. Poi piano piano ti accorgi che ti stai spostando e in un batter d’occhio ti ritrovi a far scintille contro il calorifero.
Ora è ferma in cantina in attesa di essere smaltita nei rifiuti ingombranti.
Tre giorni fa è apparso un altro arnese demoniaco.
Mia madre si è fatta convincere da quelle affabulatrici della DMC Shop che la fascia posturale avrebbe risolto i suoi problemi di mal di schiena e cervicale.

“Guarda che basta dimagrire e fare un po’ di nuoto”
“Screanzato”
“Iscriviti in piscina!”
“Mi manca il fiato”
“Devi ricordarti di respirare quando tiri fuori la testa dall’acqua”
“Ah! Ecco perchè…”

Il prezzo è di 49 Euro più un piccolo contributo spese per la spedizione: 12 Euro. In totale 61 Euro.

“Signorina ma se voglio restituire il prodotto poi mi ridate tutti i soldi?”
“Certo signora!”

Infingarde manipolatrici di casalinghe con problemi di portamento. Avete preso per il culo mia madre, che è già compulsiva ossessiva e disposofobica (dicesi anche accumulatrice), ora me la pagherete.
La fascia posturale viene presentata sul sito e in tv così:

fascia posturale dmc shop
Notate le cinghie sotto le ascelle, sembrano di plastica, mentre nella fascia che è stata consegnata a casa mia sono di metallo.
Se uno dovesse soffrire di allergia al nichel “schiatterebbe” di prurito in un nano secondo.
Infatti mia madre lo è.

fascia posturale DCM shop
Poi quando ha indossato sta roba sadomaso non è che improvvisamente si è raddrizzata come un’antilope quando sente una leonessa. E’ rimasta lì, delusa. Diciamolo è come avere una cintura stretta sopra una canottiera. Niente di più. Al massimo ti trattiene le scoregge.
Ovviamente dentro la scatola c’era il contratto per il reso, dove veniva sottolineato che le spese di spedizione sarebbero state sempre a carico del cliente.
Quindi mia mamma ha subito un raggiro. Le avevano promesso un risarcimento totale e invece…
Non vi dico poi per chiamare quel cazzo di loro numero verde. 35 minuti di attesa il primo giorno, 25 il secondo. Oggi sono riuscito a parlare con loro dopo un’altra abbondante mezz’ora di musichette e voci robotiche.
Non erano molto simpatiche quelle del centralino, manco mi hanno chiesto se il prodotto fosse difettato o avesse soffocato mia madre durante l’uso.
Io non sono stato di certo lì a far polemica. Ho seguito le istruzioni.

“Rimetta il capo nella scatola insieme alla fattura e alla bolla di accompagnamento, poi scriva su un foglio il numero dell’Iban e lo spedisca al nostro indirizzo. Quando riceveremo la scatola sarà risarcito dopo venti giorni dalla sua apertura”
“Ho letto che le spese di spedizione sono a carico mio”
“Certamente”
“A mia madre avete detto il contrario”
“Impossibile”
“Va bene, vi spedisco la vostra fascia per le gobbe. Grazie per la sua non gentilezza. Arrivederci”

Mi ha appeso senza dire niente.
In posta altra avventura, pare che sia impossibile mandare oggetti a San Marino. Perchè la DMC Shop ha sede lì.
L’impiegata ha chiesto a tutte le sue colleghe come fare.
Se digitava il codice postale non risultava nessuna città nella lista.

“Signora forse San Marino risulta come paese estero”
“Impossibile”
“Quindi?”
“Quindi non si può fare”

Dio non farmi diventare come un italiano medio qualsiasi che si lamenta degli uffici pubblici. Fammi mantere la calma e lo spirito elevato.
Non commentare nulla, riprenditi il tuo pacco e vattene da un corriere privato.
E poi Dio fa che alla DMC Shop arrivi un uragano in magazzino e faccia volare in aria tutti i loro prodotti senza riportare feriti e soprattutto fa che mia madre non veda in tv il pulisci orecchie automatico!

pulisci orecchie

Il Portinaio

Commenti (3)

  • Pippo

    |

    che dire…tempo fa ho acquistato da loro: DMC Shop, due uragano, quel secchio che non ti devi più bagnare le mani, perché c’é un pedale per il risciacquo del panno, il secondo era in offerta al 50% in meno, va beh, lo regalo al figlio…dopo solo sei mesi di lavoro, una volta a settimana, tutti e due si sono bloccati nella parte del pedale, pertanto non si può più strizzare il panno. Invio una mail chiedendo il rimborso o la sostituzione, mi rispondono che per quel prodotto non hanno la garanzia di due anni e che ormai ero fuori tempo. Solo dopo sei mesi ??? Non ho parole, lascio commentare a voi.
    Pippo.

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    @Pippo TI capisco. Comunque quei secchi li vendono anche al supermercato e da Acqua e Sapone e sono una boiata. Quando strizzi il panno con quel pedale l’acqua schizza in giro. Ti consiglio il vecchio straccio e il mood “Cenerella” funziona sempre.
    Grazie per il commento!

    Rispondi

  • maria

    |

    ho acquistato una friggitrice ad aria il 21 luglio e lo stesso giorno avvalendomi della facoltà di reso l’ho ritornata in quanto per poterla usare avrei dovuto acquistare un anello di estensione con un ulteriore costo.Ho la ricevuta che mi ha dato il corriere che conferma che hanno ricevuto il pacco il 22 luglio.Non riesco ad avere il rimborso nonostante sulla loro informativa clienti dichiarino che verrà fatto entro 14 giorni dal ricevimento del reso.Ho fatto una denuncia ai carabinieri ed ora si sono decisi di dirmi che il 3 ottobre è stato autorizzato il rimborso,ma verrà fatto dopo 90 giorni.Dovrebbero contare 90 giorni dal 22 luglio,invece si parte dal 3 ottobre e pertanto andiamo all’anno prossimo.Sono certa che anche allora troveranno scuse per non farlo,ma io non mollo,se è il caso interpello,finanza striscia la notizia ecc.Ma però mi domando possibile che le autorità non intervengano per fermarli?

    Rispondi

Lascia un commento