ZUTTO KITTO MOTTO

Portinaio . Amico è, Guardavo troppi cartoni, Videocracy 2181 1 Commento

creamy mami art

“Hai fatto?”
“Un attimo”
“Dai che tra poco arriva”

Ogni volta che atterra sul suolo italico qualche amico giapponese mia madre deve preparare la sua lasagna.
Perchè come la fa lei manco la Clerici in coppia con la Parodi.
Mother Fucker s’impegna come se dovesse cucinare per l’imperatore.

“Forse hai esagerato con gli ingredienti”
“Dici?”
“Hai fatto tre teglie da 12 persone e loro sono solo due!”
“Sai ho patito la fame in guerra”
“Ma sei nata dopo”
“Senti se devi sindacare sul mio operato ti mangi la minestrina, sto morendo di caldo e hai sempre da ridire”

E poi sono volati pezzi di ragù in segno di sfida! Ma sono riuscito a placare l’ira di mia madre incollandola al muro con dellla mozzarella filante.

“Liberami brutto stronzo! Neanche grazie mi hai detto!”
“Verrai premiata con il regno dei cieli!” 😛

Mia san come ogni anno decide di passare le sue vacanze in Italia, quest’anno è venuta insieme al sui fidanzato, che è la prima volta che esce dal Giappone.
Credo che Milano per battezzarlo non sia poi una così gran bella città, ma cercherò di fare del mio meglio.
Appena atterrata ad Amsterdam, per uno scalo, la mia amica giapponese è stata perquisita per contrabbando di denaro falso!
Vuoi vedere che fa parte di un’organizzazione criminale segreta e fa da corriere tra la Yakuza e l’Ndrangheta calabrese?

“Io perquisita per soldi furbi?”
“????”
“Io perquisita per soldi finti”
“Falsi?”
“Bravo!”

Meglio portarla da un radiologo. Voglio accertarmi che non abbia ovuli di cocaina all’interno del suo corpo.
Il suo fidanzato non parla una parola di Italiano e neanche d’Inglese.
Siamo a posto!

“Cosa vuoi vedere?”
“Santa Maria delle grappe”
“????”
“E’ chiesa molto antica”
“Delle grazie?”
“Bravo!”

Io non so neanche dov’è? Non sono molto religioso. E poi fare il tour delle chiese con tutti quei bei negozietti che offre il capoluogo lombardo.
Perchè non ho amici giapponesi fashionisti?
Meglio chiamare Lady Disturbia, che con la sua vena ayuverdica/mistico/vegana forse ne sa più di me!

“Lady Disturbia quando vieni a trovare Mia san?”
“Caro amico mio ormai il Dio Sole mi ha chiamato come sua adepta e dovrò viaggiare per mare e terra e giacere al suo cospetto…”
“Sicura di aver smesso con le sedute spiritiche?”
“Amico mio mortale dovrò andare in India, sarà un viaggio impegnativo, scoprirò nuovi mondi e percepirò l’interiore”
“Mi porti qualche vestito da Indiano per fare Cosplay?”
“Vado in Ladakh, a nord, 3.200 mt di altezza. Ci resto 10 giorni. Vado con un gruppo a portare vestiti pesanti a un villaggio di bambini tibetani esuli in india… poi giriamo un po’ di monasteri e visitiamo anche Delhi. Anzi, se avete cuffie, sciarpe, calzettoni, paraorecchie…sto raccogliendo materiale per i bimbi. Devono essere cose o nuove o in buone condizioni ovviamente”
“Io ho poche cose di marca e in buone condizioni. Preferirei tenermeli”
“Amico mio vittima del consumismo privati del superfluo e giaci anche tu al cospetto del Dio Sole”
“Devo curare i gatti oltre che i giapponesi”
“Per la congiuntivite del povero felino devi usare l’acqua di rose”
“Certo e per pulirle il culo due gocce di Chanel!”
“Voglio avere una regressione mistica”
“Quindi non vieni a Milano?”
“Scusa piccolo amico mio vittima del retaggio cattolico mi suona il cellulare…”

Dopo due ore nessun segnale!

“Ci porti in Duomo?”

Mi ero dimenticato dei miei amici giapponesi!
Oggi c’è la coda per entrare nella “chiesetta milanese”.
Ci sfido fa un caldo mortale e sono tutte mezze nude. I “controllori” le bloccano manco fossero delle peccatrici.
C’è una che ha inventato una nuova moda, con dei Cleanex si è costruita delle maniche con tanto di frange. Sembra un’oca pronta per essere spennata.
Io sta cosa che bisogna aver rispetto per i luoghi di culto quando non succede mai il contrario non l’ho ancora capita. Non è che se una donna entra con una cannottiera si apre un buco nero e rischiamo di essere risucchiati in una dimensione creata da Intimissimi.
Suvvia sono spalle! Mica entrano in costume da bagno.
Mentre aspettavamo che tutti si rafacessero il look i soliti “negretti” tediavano Mia san con i loro braccialetti a 2 Euro.

“Scusa ragazzo coi baffi cosa porti nella borsa?”
“Un mitra, dei santini, biglietti del cinema usati, oro rubato”

La polizia ha una voglia di controllare, chiunque potrebbe oltrepassare la sicurezza, entrare in Duomo e fare…

“Scusa ragazzo coi baffi vuoi fare le foto al Duomo?”
“Non lo so…lo trovo più interessante fuori che dentro”
“Devi comprare il braccialetto a 2 Euro per fare le foto?”
“State scherzando vero?”
“No è per il progetto adotta una guglia. Da oggi per fotografare la chiesa devi pagare”
“Ma ho appena mandato via il poverello fuori dal Duomo…e il suo braccialetto era più carino”
“Mi dispiace…bisogna pagare”
“Però la guglia me la porto a casa vero?

Va bene andiamo a vedere i cardinali mummifficati, magari mi risollevo il morale.
Niente! Sono stati coperti con delle maschere di ferro, ora sembrano più delle riproduzioni del Dottor Destino dei Fantastici 4!
Ma io li avevo già fotografati qualche anno fa, cliccate QUI solo se volete scritturarli in una puntata di Walking Dead! 😛
Duomo fatto!
Per non farci mancare niente, abbiamo atteso altre 7 ore in coda da Spizzico. Una tempesta cosmica a fatto saltare la luce in tutto il palazzo e le casse sono andate in tilt.

Drin drin

“Dove sei?”
“Madre sono in giro coi giapponesi”
“Era buona la mia lasagna?”
“La mangiamo stasera”
“Allora ti chiamo dopo che voglio la Ola”

Egocentrica!

Via Torino, Ticinese, chiesa di San Lorenzo e Santa Maria delle Grazie in meno di 15 minuti! Un record.
Ci siamo riposati su delle panchine mentre dei bambini francesi si sputavano addosso per gioco.
Ultima tappa Museo della Scienza e della Tecnica.
Il biglietto vale solo per la scenografia del programma “Il pranzo è servito” tutto il resto è un po’ da Nerd e nel “reparto” telecomunicazioni la metà degli oggetti non funziona!

“Mia san mi ripeti come si dice – stronza passami lo stuzzicadente?”
“Tu solo parole brutte”
“Guarda che è importante l’igiene orale”
“Io non dico”
“Come si dice allora – per sempre?”
“Zutto”
“E – sicuramente?”
“Kitto”
” E – di più?”
“Motto”

Così si è conclusa la mia giornata. Con un’amica che avrò “per sempre” (ZUTTO). Mentre un’altra diventerà “sicuramente” una Dea (KITTO) e io ahimè, che dovrò fare certamente “di più” (MOTTO).

Il Portinaio

“Ti hanno mai rapinato portafoglio in Metro”
“Una volta ci hanno provato”
“Non sei rimasto traumatizzato che ti ha toccato uno sconosciuto?”
“Sapessi quanti mi hanno toccato nella vita…avevo anche un prete pedofilo all’oratorio!”

Ops forse ho esagerato! Ora come lo traduco?


Creamy – Zutto Kitto Motto par Ohta Takako di ai-yazawa

Commenti (1)

  • Il Pizza

    |

    Bel post Porty 😉
    Alla prossima visita di Mia-san vedrò di esserci.

    Rispondi

Lascia un commento