Sanremo 2020 seconda serata
Melevisioni,  Musica Maestro,  Portineria,  Psicosi Collettiva

SE LA SECONDA SERATA DI SANREMO 2020 FOSSE UNA SINDROME

Allora state guardando Sanremo con la mascherina per non prendere il Coronavirus?
Vi vedo birbantelli.
Iniziamo? Questo post vi farà diventare ipocondriaci.

Martinelli e Lula – Il gigante d’acciaio
Giudizio: Sindrome di Kleine-Levin nota anche come la malattia di Aurora.
Le persone affette da questa patologia possono dormire fino a 20 ore al giorno per intere settimane. E quando sono sveglie cosa fanno? Mangiano come delle fogne, hanno allucinazioni e parlano come dei bambini, ma soprattutto non ascoltano Martinelle e Lula.
Look: Lesbo rock!

Fasma – Per sentirmi vivo
Giudizio: Sindrome della testa che esplode. Si palesa durante e il sonno e ti fa uscire pazzo. Senti bombe, mitra e colpi di pistola nel cervello. Una tortura. Come la canzone di Fasma.
Look: Cappotto metà nero, meta in pied de poul. Nemmeno i clochard stanno messi così male.

Passa Fasma perché la giuria demoscopica pare sia formata da nazi fascisti omofobi.

Sanremo 2020

Marco Sentieri – Billy Blu
Giudizio: Sindrome dell’uomo di pietra. Praticamente si pietrificano i tendini e i legamenti e non cammini più. Ma rischi anche di non muovere più il collo e le spalle. Ti useranno come fontanella in giardino.
Look: Giuro si è vestito da parcheggio per residenti.

Matteo Faustini – Nel bene e nel male
Giudizio
: Sindrome dell’accento straniero. Ti svegli una mattina e parli come Stanlio e Ollio.
Look: Color salvia, perché aiuta nelle affezioni dell’apparato gastrointestinale ed è un rilassante della muscolatura liscia.

Passa il turno Marco Sentieri perché la giuria demoscopica voleva parcheggiargli sopra.

Tra siparietti, ospiti e omaggi a presentatori trapassati la gara non è ancora incominciata.
Sono le 22:00! La gente domani lavora!

Coronavirus

Piero Pelù – Gigante
Giudizio:
Prosopagnosia ovvero l’incapacità di riconoscere i volti delle persone e nei casi più gravi anche la propria faccia in foto. Ora date l’Album del suo matrimonio a Piero!
Look:
Total fetish rubber che alla sua età serve più per far scivolare le piccole perdite che per aizzare il pubblico.

Elettra Lamborghini – Musica ( E il resto scompare)
Giudizio: La sindrome dell’impostore. Diagnosticata dalle psicologhe Pauline Rose Clance e Suzanne Imes, secondo la rivista Ok Salute e Benessere viene descritta come un sentimento di inettitudine che colpisce le donne che hanno grande successo. Chi è colpito da questa sindrome pensa di non essere all’altezza dei risultati raggiunti, fino a sentirsi dei veri e propri impostori.
Look: Un autolavaggio.

Elettra Lamborghini

Enrico Nigiotti – Baciami adesso.
Giudizio:
La sindrome della mano aliena. Chi soffre di questa patologia pensa che la sua mano non faccia parte del proprio corpo. I movimenti involontari sono i primi sintomi. Si cura con il botox. Mia cugina è anni che usa questa scusa per andare dal chirurgo estetico.
Look: Scusate ero in bagno e non ho visto com’era vestito, però la sua canzone mi ha stimolato. 😛

Levante – Tikibombom
Giudizio: La sindrome di Alice. Chi è affetto da questa malattia vede parti del suo corpo rimpicciolire o ingrandirsi.
Look:
La Madonna dei confetti.

Pinguini Tattici Nucleari – Ringo Starr
Giudizio
: La sindrome di Cotard. Ci sono persone al mondo che credono di essere morte, di non avere l’anima o parti del corpo. Speriamo non mordano.
Look:
Giovani ragazzi in fila da Zara.

Massimo Ranieri
sotterra Tiziano Ferro. Forse sarebbe stato meglio cantare i Puffi.

Sabrina Salerno Sanremo 2020

Tosca – Ho amato tutto
Giudizio: Gourmand Sindrome. Ti viene voglia di spendere i soldi nel supermercato più caro e cucinare cibi sofisticati. Le penne alla vodka sono abbastanza raffinate?
Look
: Se mi vesto da uomo faccio tendenza?

La reunion dei Ricchi & Poveri è la cosa più bella che mi sia capitata questa settimana.
Dio che fighi nei loro completi misto lana. Nessuno come loro è capace di farti saltare dalla sedia.
Peccato che a Marina Occhiena toglieranno il Reddito di Cittadinanza.
La loro MammaMaria ha cancellato in un secondo la carriera di J Ax! 😛
Bentornati vecchi mattacchioni.

Ricchi e Poveri Reunion
Poi arriva Zucchero e rovina tutto.

Francesco Gabbani – Viceversa
Giudizio: Trimetilaminuria. È una malattia metabolica. Questo disturbo provoca un’alterazione dell’odore di sudore. Praticamente puzzi di pesce.
Look: Briatore con le calze rosse.

Francesco Gabbani

Paolo Jannacci – Voglio parlarti adesso
Giudizio:
Sexsomnia. Si capisce già dal nome. Fai sesso da sonnambulo. Voi fareste l’amore con Paolo?
Look:
Un manichino dell’Oviesse.

Festeggia 20 anni “Non dirgli mai” di Gigi D’Alessio. E perché non celebrarlo facendolo uscire a mezzanotte e mezza quando tutti sono praticamente a letto?

Gigi d'Alessio

Rancore – Eden
Giudizio: Sindrome di Otello. Quando hai la fissa che il tuo partner ti tradisca anche se lo vedi girare per casa.
Look:
Monello vagabondo.

Junior Cally – No grazie
Giudizio: Sindrome di Koro. Sono gli asiatici a soffrire di questa malattia. Ed è letale. Credono che il loro pistolino si restringa fino a scomparire. Partono già penalizzati.
Look:
Nazi populista.

Ancora Tiziano Ferro. Canta, piange, ride, lecca il culo ad Amadeus. Sta iniziando a diventare fastidioso come il prezzemolo fra i denti.

Giordana Angi – Come mia madre
Giudizio:
Delirio di Capgras. È la convinzione totale di credere che i vostri genitori siano stati sostituiti con dei sosia.
Look:
Ah ma siamo a Sanremo? Pensavo di dover scendere a buttare la monnezza.

Michele Zarrillo – Nell’estasi o nel fango
Giudizio:
La sindrome del Lupo Mannaro. È un’ipertricosi impazzita. Diventi peloso come un Alano, ma il pistolino ti rimane normale.
Look:
Sono sceso anche io insieme a Giordana a buttare la plastica e l’indifferenziata.

Domani mi prendo una pausa, perché vorrei uscire anche io di casa ogni tanto.
Grazie per essere stati qui.

Ah! Io sto con Paolo ( e anche con Sabrina Salerno)

Il Portinaio

Grazie a Gif Tv Italiana per le splendide Gif.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *