Archivia per marzo, 2014

SECOND IMPACT

Godzilla attack Tokyo

Portinaio 1933

Malpensa ore 03:55. Forse sono arrivato troppo presto. Ho l’aereo per Roma alle 7. Ci sono solo io, oltre a qualche addetto alle manutenzioni e quelli che impacchettano le valigie, che stanno lì senza avere niente da fare. La porta automatica dell’ingresso 15 è mezza cionca. E il bagno è un disastro: sul muro i segni di un urinatoio che sembra sia stato strappato a forza e sulla mensola dei lavandini – sporchi – qualche zuzzuso ha dimenticato lo spazzolino e mezzo tubetto di dentifricio aperto. E’ tutto chiuso.

FOLLOW DEEJAY (Il Portinaio a Deejay Chiama Italia)

Radiodeejay

Portinaio 2451

  “Ciao Portinaio domani ti va di venire con me in un posto?” “Amica cara io sarei in procinto di partire” “Ti regalo due Mio Mini Pony di mia figlia se mi accompagni” “Ok! Vengo! “Saremo ospiti di Linus e Nicola a Deejay Chiama Italia, dillo alla tua mamma così chiama i parenti fino al sesto grado” “Merda! Non ho niente da mettere, ho tutto in valigia” “Una tuta?” “La tuta la usano quelli che fanno riabilitazione” L’iniziativa si chiama Follow Deejay:

MUORI UN ALTRO GIORNO

ultraman vs godzilla

Portinaio 1909

Siamo in tantissimi. Ho perso il conto. Io invece sono solo. Anzi no, sono unico. Sto parlando di parenti. 
:-) Quando ero piccolo ogni volta che andavo a tavola, sempre la stessa battuta?

AL-LEGO-RIA

Lego Japan

Portinaio 2125

Sachiko Akinaga è una signora giapponese. Sicuramente casalinga. E quando metteva a posto i giochi del figlio si domandava “Perchè spendere tutti i soldi per questo scemo che fra qualche anno s’innamorerà di qualche pischella e mi abbandonerà piena di debiti o peggio rimarrà vittima della società e si suiciderà?” Così invece di buttare i balocchi in un cassonetto ne ha fatto un’arte.

SCATOLA #Vogliodormireconte

voglio dormire con te mattia colombo

Portinaio 1992

“Attore baffuto con i peli superflui ti devo dire una cosa?” “Che ti hanno arrestato e butteranno via la chiave e finalmente sarò libero?” “No! Starò via per qualche giorno” “Sembri Berlusconi…esci dalla porta ed entri dalla finestra” “Nel frattempo ho trovato nuovi personaggi per il film” “Ci sarà una nanna vegana?” “No!” “La donna ninfomane?” “Ne conosci una?” “Aspetta che guardo nell’album di nozze di mia madre!”

5 ANNI CON IL PORTINAIO (#tiportoingiapponeconme)

mirko e licia cel

Portinaio 2040

C’era un ragazzo seduto di fianco a me che piangeva. Parlava al cellulare e le lacrime cadevano come quelle dei cartoni animati. Grosse e pesanti. Nessuno si è accorto di lui. Ma come potevano, eravamo su un pullman che ci stava portando alla stazione di Shinjuku. Guardavo fuori dal finestrino l’orizzonte cementarsi man mano che ci avvicinavamo alla città. Sentivo la sua voce. Poi quando mi voltavo smetteva di fiatare, quasi per non disturbarmi. Sapevo che ti avrei incontrata al mio arrivo.