A NATALE PUOI

Portinaio . Nobodyknowsme, Portineria, Psicosi Collettiva, We are Family 1188 Nessun Commento

Ho passato circa 24 festività natalizie con i miei parenti.
E ogni volta c’era un motivo per litigare.
Ecco un breve elenco su cosa non dovete fare e dire il giorno della nascita di Gesù bambino.

1)
Non essere invidioso dei regali che hanno ricevuto i tuoi cugini. Se a te hanno donato il libro sulle bellezze di Mantova un motivo ci sarà.
A me è capitato. Avevo ricevuto un bellissimo volume rilegato in brossura sulle migliori auto della formula 1 degli anni 80.
Mia mamma mi aveva fatto notare che era riciclato. E io mi sono sentito un parente di serie B.

2)
Non scassate la minchia durante le tombola. Non domandate di ripetere i numeri, non urlate “E’ uscito il 43?”, non rubate i fagioli alla nonna.

3)
Fate il gesto di sparecchiare, che non si dica “Vedi quello mette sempre i piedi sotto il tavolo”

4)
Portate un panettone di pasticceria e non quelli del supermercato.

5)
Non aspettatevi 100 Euro di mancia.

6)
Non ridete quando il vostro cuginetto dislessico cadrà dalla sedie durante la poesia

7)
Non squadrate la nuova fidanzata di vostro zio. Fatela sentire a suo agio.

8)
Non parlate di politica.

9)
Alle 5 fingete un malore e correte al cinema con gli amici

10)
Giocare a Burraco e a Scala40 potrebbe essere l’inizio della fine. Piuttosto aggiornate i vostri social.

Da noi succedeva sempre così.
Appena i miei parenti iniziavano a giocare a carte succedeva la tragedia.
Mia madre e mia zia si davano della cretina a vicenda, per poi rimestare vecchi rancori sepolti da anni. Un catfight verbale.

“Potevi scartarmi il 10 di cuori”
“Ma io gioco per me”
“Non sai giocare”
“Sei brava tu!”
“E’ arrivata la croupier di Las Vegas”
“Ti ricordi quando ero piccola che mi mettevi sempre i ragni nel letto”
“E tu che non facevi mai le pulizie”

Poi si degenerava. Più o meno così:

Mia nonna quando cercava di calmare gli animi

Mia cugina quando non voleva sedersi a tavola

Appena arrivava a trovarci il marito del figlio del cugino di terzo grado di mio nonno

Mia zia lombarda commentando uno di noi a caso


Se osavi fare due cinquine di seguito

Quando il fratello di mia nonna ci parlava di Berlinguer mentre giocavamo con il Commodore 64


La parola più usata durante le nostre cene non era “Buon Natale” ma…


A Natale puoi. Fare quello che non hai fatto mai. Anche non festeggiarlo! 😛

Il Portinaio

Lascia un commento