IL MOSTRO DI FIRENZE

Portinaio . In viaggio con il Portinaio, Italians do it better, Portineria, Raccolta differenziata, Videocracy 1445 19 Commenti

pr201“Gabry dove sei?”
“Mamma sono all’uscita di Scandicci”
“E che ci fai a Napoli?”
”????”
Perché sono finito qui? Ovvio: la Toscana attira tanti Giapponesi come fa H&M coi tamarri quando ci sono i saldi. E io spero di trovarne qualcuno che mi regali un Visto o che mia dia la figlia in moglie!
Firenze è una bellissima città d’arte, c’è la via principale piena di negozi alla moda…Tezenis, Initmissimi, Calzedonia.
Mai come ora, con la globalizzazione, c’è bisogno di così tante mutandine, reggipetti, perizoma e pancere.
C’è il Duomo di Santa Maria del Fiore, il Battistero, la Loggia del porcellino con la statua del cinghiale che tutti accarezzano, gli Uffizi e le sue opere d’arte e infine piazza della Signoria con le sue statue “finte”, visto che quelle vere sono nei musei.
Ci sono anche un sacco di Totem coi manifesti “No alla contraffazione” e sotto gli extracomunitari che vendono ogni ben di Dio: dalle borse di Prada alle scarpe Hogan, dalle cinture di Gucci alle dentiere di Cavalli.
C’è buio a Firenze, perché cavolo il Sindaco ha risparmiato sull’illuminazione?
Faccio fatica a vedere qualsiasi cosa!
Sarà anche colpa del tempo uggioso, ma perché mettere luci così deboli che neanche con i flash dei paparazzi ti esce una foto normale?
Le lucine Natalizie sono un po’ fuori tema, hanno la forma del Giglio, simbolo della città.
Che palle! Mettete archi di Angeli con le trombette, Babbi Natale in carrozzella, Gesù bambini punk! Siamo nella città dell’arte, possibile vedere una cosa così banale?
La Moratti non ha tappezzato di biscioni Milano, tanto meno a Napoli ci sono le luminarie con  Maradona.
Ma “Just Cavalli” non ha detto la sua? L’aveva fatto per la maglia della Nazionale di calcio, non capisco perché non debba farlo per la sua città.
Non ci sono molti Giapponesi e quei pochi si eccitano alla vista di ogni cosa: dall’Arno che scorre in piena (non come il lago di Massaciuccoli) alla statua del David di Michelangelo.
Io che mi diverto a vedere il lato trash delle cose, mi sono piazzato dietro tutti quelli che fotografavano il David.
Beh, due donne su cinque, zummano sul pistolino rammollito della statua!
Tre zarri su quattro si comprano il grembiule con raffigurata la zona pelvica di David, due anziane su dieci vorrebbero toccargli l’uccello e otto suore su nove sospirano, quando passano sotto la statua.
Mi piace qui, si respira aria di cultura!
“Mi portate a vedere i luoghi degli omicidi del mostro di Firenze?”
“No!”
“Mi portate all’Outlet di Barberino?”
“No!”
“Mi fate vedere un po’ di orientali?”
“Benvenuto a Prato!”
Fantastico!
Dovrebbero allungare la muraglia cinese fino a qui!
Trovi negozi di ogni tipo: gastronomie con zampe di galline, frattaglie di animali morti sulla Firenze Mare, lingue di Pechinesi e Barboncini abbandonati, questa è cucina fusion!
Abiti da sposa a 30 euro, jeans contraffatti con orli in ethernit, scarpe che a contatto col sudore bucano l’ozono, parrucchieri a poco prezzo, prostitute che si spacciano per massaggiatrici.
Però è tutto banale, devo trovare qualcosa che soddisfi la mia curiosità da Portinaio!
Accendo la Tv ed ecco la folgorazione!Elisa - 013
Elisangelica Ceccarelli mi ha preso il cuore, quasi più di Ayumi Hamasaki.
Per un attimo la mia eroina è lei!
Come chi è?
La giornalista, nata a Bibbione, e conduttrice di “Grande Cinema”, che va in onda su TVR Teleitalia che ha sede a Campi Bisenzio.
Si fa pettinare dai topi di Cenerentola e parla con un accento fantastico.
Mi piacciono le sue scarpe, che hanno sempre quella zeppa anni 90, che ricordano le cantanti techno tipo Carolina Marquez.
Narra la leggenda che la sua passione del cinema fosse nata quando tutti si addormentavano durante la proiezione, mentre lei rimaneva sveglia e arzilla ad ammirare film pesanti come mattonate sui maroni.
In quell’attimo ha capito che se alle sue amiche cadevano le mammelle a vedere “Il diavolo probabilmente” di Bresson, ” Fino all’ultimo respiro” di Godard, “Blow up” e “Zabriskie Point” di Michelangelo Antonioni, “I tulipani di Harleem” di Brusati probabilmente non erano raffinate e conoscitrici della settima arte.
Le sue interviste sono memorabili e piene di verità puramente estetica, che non so cosa sia ma mi piace la parola.
Mi hanno raccontato che quando lei e il suo collega hanno “brancato” Lucia Bosè da qualche parte, per farle delle domande, sul muro dietro di loro, c’era scritto Dio XXXXX…avete capito?
A Parigi non badavano alla gente inquadrata che si puliva i piedi mentre loro decantavano le bellezze della città.
Ora guardatevi bene questi video e notate le scarpe, le domande intelligenti e il look da Winx dopo un abboffata di panettoni gastronomici.

Il Portinaio

Trackback dal tuo sito.

Commenti (19)

  • Bea

    |

    bravissssssimo (come al solito).

    sta tipa merita un pellegrinaggio!
    per tezenis, calzedona etc…come leggevo ieri in un giornale…. la moda di lusso non va piu’ di moda ….. anche a ginza i negozi come LV sono stati sostituiti da Uniqlo, Gap e H&M (ti dice qualcosa)? …..

    ma secondo te la signora Ceccarelli li mette i perizoma?
    baci

    Rispondi

  • Cri

    |

    anche la sigla è di buon gusto…ma chi è Nini Grassia che si è reclamizzato?

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    Bea :

    bravissssssimo (come al solito).

    sta tipa merita un pellegrinaggio!
    per tezenis, calzedona etc…come leggevo ieri in un giornale…. la moda di lusso non va piu’ di moda ….. anche a ginza i negozi come LV sono stati sostituiti da Uniqlo, Gap e H&M (ti dice qualcosa)? …..

    ma secondo te la signora Ceccarelli li mette i perizoma?
    baci

    W Uniqlo Bea…ma solo perchè è made in Japan ( mica tanto)
    E secondo me ha la pancera…forse…

    Rispondi

  • (Silvia) Non mi chiamo Candy

    |

    I topi di cenerentola che mi acconcino i capelli li voglio pure io, dove li trovo? Lo voglio sapere!

    Adoro il tuo spirito d’osservazione, e anche te… a dirla tutta!

    Bacio.

    Rispondi

  • stefanorfeo

    |

    Elisangelica, già star consolidata a livello locale, è la scoperta del nuovo anno: sono certo che presto la sua fama travalicherà i confini regionali!!! Bravo portinaio, il tuo fiuto di talent scout è infallibile!!!!

    Rispondi

  • Fabrizio

    |

    e l’international touch della carrà in inglese vi pare poco??????

    Rispondi

  • Marco

    |

    ma è meravigliosa!)).già la amo.

    Rispondi

  • elisa ceccarelli

    |

    Ma come siete spiritosi….. Complimenti! Comunque l’80% delle cose che sono state scritte non sono vere……

    Rispondi

  • Sorella Iraconda

    |

    Chiaro. Perchè Elisangelica Ceccarelli sconfina nella leggenda,

    Rispondi

  • elisa

    |

    La sua fama ha già travalicato i confini. E’ stata chiamata anche a Bruxelles, scelta fra centinaia di giornalisti italiani, per uno “stage” superselezionato….

    Rispondi

  • Bea

    |

    portinaio, hai pestato una m@rda …. hai ”scritto” di una signora senza contradditorio … di questi tempi non si fa! だめだよ!

    Rispondi

  • claudio

    |

    ma…..o che la lasciate stare , con tutte codeste critiche su pancere , scarpe , calze, se avete voglia di fare shopping andateci voi , la ceccarellli è un genio , ha portato la cultura cinematografica laddove non era, inventandosi di sana pianta un mestiere e un modo, e voi altri tornate a sgobbare in cucina! elisangelica ti amo

    Rispondi

  • sara ceccarelli

    |

    Comunque lo stage a Bruxelles è vero.Non solo. Ha una laurea in Filologia Dantesca, è giornalista professionista etc. E si guadagna da vivere girando il mondo…. a contatto con attori come Brad Pitt, Jhonny Depp etc. Non so voi…. Comunque è vero. Non si critica una persona senza contraddittorio.

    Rispondi

  • Sorella Iraconda

    |

    (Sara, si scrive Johnny, non Jhonny)
    Occazzo, il contraddittorioooo! Possibile che nell’era di Berlusconi non si può più scrivere nemmeno di una caccola senza il contraddittorio del comitato per la dignità delle caccole? I latini scrivevano poemi satirici interi contro questo e quello, ora par d’essere tutti in tv con la Santanchè.
    Filologia dantesca! Che meraviglia. Ma allora Elisangelica potrebbe vestirsi da Beatrice e commentare i film in terzine medievali, ovviamente per portare la cultura laddove non è.
    Ironia, gente. Come dicevano certi vecchi antichi: sorridi, tanto è lo stesso!
    PS: Ceccarelli ti amiamo tutti, e a Bruxelles, dopo lo stage superselezionato e la fama che ha travalicato i confini, nei migliori ristoranti ci sono ormai i celebrerrimi cavolini all’elisangelica.

    Rispondi

  • PRTPP

    |

    sto blog sta diventando meglio de “L’Arena” di Massimo Giletti…
    Gab genio del male (?!)

    Rispondi

  • rosario mantero

    |

    Elisangelica ha pubblicato tre scritti: “Grande CInema”, una raccolta di novelle bellissime “Elisangelica in corto” e la storia dell’emittente dove lavora, corredata da foto e aneddoti: “TVR Teleitalia 7 GOLD: dalla nascita al matrimonio”. Devo ammettere una cosa: scrive da Dio!

    Rispondi

  • Pippo

    |

    Quando parla sembra abbia le patate in bocca…Ed ha il look da matrona di bordello di bassa lega…Ma chi ha il coraggio di mandarla in onda??? La triste fine dell’Italia…

    Rispondi

  • francesco

    |

    Io la adoro. E’ bella, intelligente ed ha senso dell’umorismo. Chi la offende penso sia un pò invidioso perchè fa un lavoro interessante e gira il mondo.

    Rispondi

  • alessandro

    |

    Io la amo!. Elisangelica sei meravigliosAAAAAAAAAAAAAAA

    Rispondi

Lascia un commento