MA COME TI VESTI!

Portinaio . Melevisioni, Portineria, Videocracy, Volantinaggio web 2801 14 Commenti

ma come ti vestiDa quando è arrivato il digitale terrestre i canali della Tv si sono moltiplicati. Possiamo vedere i ciellini e le suore laiche su Tv2000, le repliche di Love Me Licia, con Cristina D’avena e i suoi sopracciglioni su La5 e cartoni animati per autistici su Boing!
Ma il canale che sta calamitando mezza Italia è Real TIme, quello dove ci sono Crudelia Demon, il cuoco ganassone, l’esperto di tovaglie e gli effemminati modestini che fanno del tuo matrimonio una pacchianata da catena di montaggio!
Mentre una volta cercavo di sturare il lavandino di mia madre, la sentivo urlare dalla sala come un’ infoiata, manco avesse visto Gianni Morandi nudo.
“Vieni a vedereeeee!”
“Mamma sto cercando di stapparti il tuo lavabo fashion comprato alla Casa del Bagno”
“Devi vedere questi due”
Mi si è aperto un mondo!

“Ma non ma proprio non ci siamo!
Va bene essere comoda davanti alla televisione, senza trucco, senza tacchi, con la maglia della nonna, con la tutona di felpa e con quei terribili bigodini in testa!
Ma come ti vesti!”

“Ma come ti vesti” è diventato il mio motto! Insultare la gente per strada additandola come se fossero kebabbari è la lezione che ci insegnano Enzo e Carla!
Inziamo dal primo: tale Enzo Miccio, parente lontano di Mr Bean e intravisto negli speciali del sabato di X Factor, pare sia un esperto di immagine, un wedding planner e persino un interior designer. Si veste come un pinguino amante dei colori pastello e recita come uno da avanspettacolo.
La sua socia è Carla Gozzi assistente di vari stilisti e signore della moda, esperta in fashion, capelli fritti, voce fastidiosissima e divertente come una pulizia del colon.
Insieme formano il duo più temuto delle sciatte di tutta Italia: Gli esperti della moda!  Care amanti delle birkenstock, delle gonne fiorate e delle scarpe Melluso, state bene attente perchè qualcuno potrebbe mandarvi a casa questi due elementi, per rovinarvi la vita per sempre!
La trasmissione incomincia con un appello di qualche zia invidiosa che dice di avere una nipote che si veste male!
Poi arrivano loro, che ti buttano i vestiti nel bidone e ti rifanno il look da capo a piedi, conciandoti sempre come un clone della Santanchè o un manichino di Nadia Rinaldi!
Io li detesto e li adoro insieme. Ho sempre detto che la moda è un qualcosa di personale e che secondo me raramente si deve intervenire e soprattutto giudicare.
Ma questi due scellerati proprio non hanno peli sulla lingua e quindi mi tocca intervenire!
Prendiamo una puntata a caso

Avete visto che giacca indossa lui? Se si presenta in casa vostra uno vestito così cosa gli dite?
Altro che “Ma come ti vesti” piuttosto “Ma ti hanno truffato nel negozio di giacche?”
Ebbene sì, battono i nervi vero? E perchè non ne possiamo fare a meno? Semplice perchè anche noi allo specchio siamo come Carla ed Enzo.
Sicuramente i vestiti non li buttiamo nel bidone, ma li portiamo alla Caritas, ma ogni volta che vediamo qualcuno che non ci aggrada ci viene voglia di urlare “Ma come ti vesti!”
I due esperti hanno scritto anche un libro, fra i loro consigli ci sono i “Mai più senza”.
E pare che i tacchi per loro siano un must da calzare sempre!
Non ci pensano a quelle che hanno i calli, gli occhi di pernice e le fiacche sui talloni?
Vorrei vedere i piedi di Carla come sono a fine giornata, sicuramente gonfi come degli zamponi con tanto di lenticchie!
Mi fanno ridere anche i termini che usano e abusano: chic è la prima parola! La diranno 300 volte durante la trasmissione.
Poi ci sono i sostitutivi: chandelier sta per orecchini che penzulano, total black per tutto nero e animalier per stampa leopardata da battona di viale Zara.
Infine ci sono quelle che devi cercare su Google: Degradè? Fruassè? low boot? Calicò? ( Ho imparato quasi tutto! Il calicò è un tessuto indiano, il low bott è lo stivale basso e il resto cercatevelo voi!)

Ogni tanto penso di mandarci mia madre in trasmissione. Li manderebbe affanculo subito.
Quando mi chiama per spostare i suoi tre armadi a muro, ci facciamo delle litigate che viene giù tutto il palazzo per scommettere su chi cederà per primo.
Mia mamma conserva tutto, dai completi anni ottanta di Versace ai maglioncini di Luisa Spagnoli infeltriti ma che le ricordano quando andava in camporella!
Ogni primavera la insulto perchè deve portare le pellicce a “rinfrescare”.
“Scusa ma dove le porti?”
“Dalla custode!”
“Ma buttale via che neanche le battone le usano più”
“Tu sei scemo”
“No, sei tu che sembri un Mammut quando le indossi”
La storia delle pellicce è sempre il pretesto per inziare a litigare!
“Devi tenerle le 40 camicie da notte della nonna?”
“Sì”
“Ma è morta!”
“Sono un ricordo”
“Perchè non ne metti una paio sulla tomba?”
Poi si passa alle gonne!
“Questa gonna di pelle di bovino taglia 38 devi tenerla?”
“Si, se dimagrisco la metto”
“Certo! Allora adesso usala come polsino!”
Infine i maglioni e le camicette.
“Questa specie di maglione con ali di pipistrello e la fantasia zebrata con intarsi di damascato e stampe di rosa rosa devi tenerla?”
“Fammi pensare…magari la uso al lavoro”
“E’ sempre carnevale dove lavori tu?”
Vedete alla fine siamo tutti come Carla ed Enzo. Tutti vogliamo criticare, insultare e mai dire semplicemente “Guarda non mi piace!”
Io posso solo consigliarvi alcune cose, nella mia modestissima esperienza di segaiolo della moda:
1 ) Blu e nero tamarro vero
2 ) Nero e marrone sei proprio un terrone
3 ) Se voti la Lega sei proprio una sega
4 ) Ogni età ha i suoi vestiti
5 ) I tacchi altissimi li indossano chi non ha un cazzo da fare
6 ) Se hai 50 anni non ti vestire come una di 30
7 ) Nel ragù non metterci i chiodi di garofano
8 ) Il Wc Net non serve a un cazzo!
Che dire allora, teniamoci queste due faine della televisione, che saranno anche antipatici, ma sicuramente guardandoli possiamo solo che migliorare! (nell’animo intendevo).

Il Portinaio

Tags: Portineria TV Videocracy

Trackback dal tuo sito.

Commenti (14)

  • Chiara Zoli

    |

    Adoro alcuni programmi di Real Time,dal lun al ven aspetto l’una e 10 del mattino x vedermi “diagnosi misteriose” e poi adoro “il boss delle torte”!Che torte assurde,mia sorella dice che son pure bone!

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    Chiara non dirmi che tua sorella ha mangiato quelle torte? Lui andrebbe denunciato ai Nas!

    Rispondi

  • Asahi

    |

    Mi pare strano che tu non ti sia soffermato su Barbara e’ Paint your life’!

    Personalmente il programma che mi da più sui nervi è ‘Cortesie per gli ospiti’… non capisco perchè la gente vuole essere giudicata da 3 sconosciuti che per altro non ti danno nulla se vinci. Lol.

    Riguardo ‘Ma come ti vesti’ io sono convinto che il programma in se è tutta una farsa, fanno casting per prendere gente che fa al caso loro e gli danno le battute… a parte che è tutto recitato male, soprattutto nelle battute ‘No ma alla fine io mi fido di Enzo e Carla, se hanno detto che faccio pena avranno i loro motivi…’…. scusa???
    Secondo me li conciano male addirittura loro, addirittura credo che i presunti parenti, amici, colleghi, amanti ecc siano tutte persone prese con casting!
    Real Time di per se è una rete che fa vomitare, la sagra dell’ipocrisia, dell’arroganza, dei figli di papà… però come dici tu ci attira, oltre che per il motivo che hai detto tu, secondo me anche perchè agli italiani piace tantissimo il trash.

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    Per la signorina di Paint Your Life ti rimando ai prossimi giorni!
    E per tutto il resto come darti torto!

    Rispondi

  • Hackatao

    |

    Ahh ho visto una puntata ahauhauha loro due sono insopportabili, è comunque divertente criticare chi critica.
    invece, sono d’accordo con tua madre, non si butta nulla, poi un giorno tua figlia andrà da lei a cercare cose vintage che riadatterà e riutilizzerà. Non buttare le pellicce che scoppia una guerra atomica poi arriva l’inverno nucleare e ti serviranno. L’importante è non comprarne di nuove!

    Rispondi

  • Roberto La Greca

    |

    enzo e carla sono fantastici. ma anche quella che decupa pure il copri cesso grazie all’uso smodato di COLLA SPREI dove la lasci?

    Rispondi

  • walter

    |

    Mentre leggevo il tuo post, confesso che stavo contorcendomi dalle risate. In effetti, è proprio vero che i programmi di realtime sono popolati da personaggi che meriterebbero di essere studiati. Personalmente, io non sopporto di (S)Cortesie Per Gli Ospiti né l’interior designer né il ragazzo che si occupa di lifestyle (sempre ammesso che esista un mestiere chiamato curatore di lifestyle…). Per quanto riguarda il cuoco, è l’unico personaggio del programma che trovo simpatico, e che non mi è mai sembrato eccessivamente crtitico e/o acido verso coloro che l’ospitavano.

    Rispondi

  • Gabri

    |

    “la divisa di una hostess dell’est”
    “pancia dentro e petto fuori”? ma io ti faccio male… curati la pelata ché sembri uno spermatozoo ipertrofico

    Rispondi

  • Chiara Zoli

    |

    ebbene sì,mia sorella l’anno scorso ha passato le ferie a new york e ha preso la torta di compleanno da carlo’s senza ancora conoscerlo,erano così buone che c’è tornata altre 2 volte,in particolare la cheese cake^__*
    qui in italia ti danno l’ergastolo x uso eccessivo di coloranti alimentari,hehehe
    Paint your life è tremendo,creano certa monnezza,ma come si fa a tenersi in casa certa robaccia???

    Rispondi

  • Dan

    |

    Per ora e per fortuna Real Time sul digitale non riesco a vederlo.

    Rispondi

  • Dan

    |

    …e comunque li manderei a quel paese all’istante,

    Rispondi

  • Ohurosan

    |

    Io non ricevo Real Time, son salvo!

    Rispondi

  • tokyonome85

    |

    uauauauau aspettavo questo post! allora a parte che se vogliamo dire qualcosa su Enzo Miccio, per me è il fratello separato dalla nascita di Signorini, però un po’ più chic, chandelier, animalier…soprattutto animalier, aaaarghh!
    Poi lei vabbè, è una frustrata clamorosa. Però per me è come per te, li odio e li amo.
    Paint your life mi fa schifo, pensa che una volta la tipa voleva creare un lume con lo scolapasta ikea in acciaio decorato con delle biglie. E poi un’altra volta un tipo stava modellando un vaso e diceva che avrebbe dovuto mettere i guanti perché il materiale era cancerogeno. E poi quando ti tieni il vaso in casa che fai?

    Rispondi

  • chechi

    |

    haahahah! questi due non hanno mai visto un telegiornale spagnolo, dove le giornaliste sembrano appena tornate da una passeggiata in campagna per raccogliere i funghi!

    Rispondi

Lascia un commento