THIS IS IT

Portinaio . Portineria 1290 8 Commenti

Michael-Jackson-DeadMilano 29 Ottobre 09

Ieri sera sono andato a vedere il film di Michael Jackson.
Ho accompagnato il mio amico Franz che è ancora a lutto, anzi mi sa che ci rimarrà per un anno come Janet Jackson!
A’ Janet bugiarda! Dillo che il nero sfina! Ultimamente mi sa che te ne sei fatte di parmigiane e strufoli!
Franz è il quarto figlio segreto di M.J.
L’ho capito da com’era emozionato in sala, con gli occhi lucidi, mentre io ero simile alla mosca di Cronenberg.
Perché?
Eravamo a Rozzano a vederlo!
Con tutti i cinema che ci sono, porca paletta, nel covo del tamarro mi dovevi portare?
La rappresentanza dei bambini era molto alta, imbarazzanti nani vestiti Datch con annesso cappello alla Billie Jean.
Tutti pensavano di andare ad un Happening di Thriller mentre invece sembrava di stare nel remake dei Jefferson.
Ma perché? H&M ha dei capetti così sobri!
Chiudete via Torino e abbattete i centri commerciali! E’ colpa loro se la gente si veste da zio Tibia pensando di essere alla moda!
Due ragazzini hanno anche ballato durante l’intervallo, tanto per rendere più reale la presenza del re del pop.
Guardate che è anche morto Freddy Mercury, perché non passate l’aspirapolvere vestiti da donna?
Parliamo del film sennò mi sale la carogna e domani vado a piazzare fialette puzzolenti nei centri commerciali.
Allora, fa è effetto vedere Michael Jackson, sembra uno scheletro vestito di domopak.
Ma il film mi ha commosso perché lui sembrava essere uno spirito e le sue parole rimanevano nell’aria, attraversavano la sala e ti toccavano direttamente il cuore.
Il resto?
Come portinaio ho avuto molto da fare e ho preso appunti per voi!
Nella prima scena si vedono i ballerini che gioiscono per l’ingaggio e chissà se poi se gliel’hanno dato!
Seconda scena appare lui!
“Franz lo vedi bene o sono daltonico?”
Ora ho capito! Mi si è aperto un mondo.
Michele si è sbiancato perché si vestiva di poliuretano espanso, rayon e uranio impoverito!
Ma per Dio eri così attento alla pelle e poi ti mettevi le giacche di poliestere?
Non sai che fanno male all’epidermide?
Hanno anche intervistato il suo costumista Cinese, che orgoglioso dice “ Faccio ricerche in Olanda, mi mandano un sacco di Swarovski”.
Già che sei Cinese non fa di te un esperto di moda, non per razzismo ma solo per qualità del prodotto e poi l’Olanda è famosa per altre cose!
Sei proprio un “ciula” come dice mia mamma!
Questo l’abito in questione: pantaloni arancione, maglia blu e giacca argento, calze bianche e scarpe nere.l_7f6a2393d978461c9643e6960562ef80
“ Franz ma sei sicuro che non fosse anche cieco?”
Una volta mi sono vestito così e a scuola hanno chiamato la buon costume!
Il secondo outfit non era da meno, giacca con delle spalline a punta ispirate alle orecchie di Spock di Star Treck.
Cambiati Michele!
No! Le braghe di lamè oro, tendenti al bronzo, no!
Ecco così va meglio, un bel Kway che copre la camicia da cowboy e la vestaglia oriental bazar!
Ma mica piove dentro al palazzetto!
Mi fa specie sentirlo cantare, io che non ero più abituato a sentire la sua voce, improvvisamente è come se fossi lì con lui.
Nel film tutti lo trattano come un bambino viziato “ facciamo come vuoi tu, basta che ti piace, dicci cosa vuoi”.
E siccome ci sono anche io dentro al film, dico la mia!
“ Allora ‘sti vestiti di fibra ottica li buttiamo! Ok? Un bel cotone che ti respira la pelle e una bella tuta fresca dell’adidas, così ti prendono aria le palle”
Basta fare sto’ balletto di Thriller con gli zombie!
“ Salve mi chiamo Gabriele e sono il nuovo coreografo e scenografo di questo spettacolo! Pensavo che al posto dei morti viventi starebbero bene dei nanetti! Invece tu, Michele, ti vesti da Biancaneve e li facciamo uscire tutti da sotto la gonna che dici?”l_99de11615a95474e8cdd3df87aa587e6
La gente in sala applaude per ogni canzone.
Strano fino a qualche mese fa eravate lì ad accusarlo.
Le canzoni sono bellissime, mancano alcuni dei suoi più grandi hit, ma chissà, magari le registrazioni non erano uscite bene.
La parte più trash del film è quando appare questa bambina nel video di “Earth Song”.
In mezzo alla foresta amazzonica si vede questa calabrisella che corre allegramente ad acchiappare le farfalle!
Ma che ci fa una Cosentina sperduta in Brasile? Magari ha fame? E voi che fate? Gli fate acchiappare le farfalle? Ma datele del formaggino “Mio”!
Invece no! Questa povera orfanella di Cosenza si addormenta e viene stirata da una ruspa che disbosca tutto!
Forse avevano scambiato le sue sopracciglia per un rovo!
Ovviamente la ruspa poi appare sul palco!
Nell’History tour usciva un carro armato, ora la ruspa, avesse continuato la carriera nel prossimo spettacolo usavano una trebbiatrice?
Ma ormai non bado più a queste americanate, io cerco solo di guardare lui, che nonostante il mascherone, m’intenerisce.
Questo film non parla della sua morte, non celebra la sua carriera, ma è solo un documentario su un concerto che non ci sarà mai.
Una cosa mi ha emozionato sinceramente, una frase che ha detto verso la fine del film.
“ Il cambiamento deve partire da noi altrimenti non succederà mai”
Io sono rimasto lì ammutolito.
Chissà perché la gente declina sempre le responsabilità agli altri.
“Non faccio la raccolta differenziata perché tanto buttano tutto insieme!”
“Non m’interessa la politica tanto mangiano tutti!”
“La merda del cane la lascio per terra tanto lo fanno tutti”
Nessuno accetta il fatto di essere l’anello di una catena, nessuno lo capisce e quando tutto sembra irreversibile, diamo la colpa a chi sta un pochino più sopra di noi.
Ecco, “This is it”, questo è quanto!
Aspettate gente! Dopo i titoli di coda riappare ancora Michael che fa due o tre passi di danza e dice qualcosa.
Finale: un mondo gigante che viene abbracciato da due mani…l’inquadratura si allarga e chi è? La Calabrisella!
Allora sei viva? Non ti ha falciato la ruspa!
Sono contento… ma ora vai a farti strappare i baffetti dall’estetista!Michael-Jackson-Death

Gabry

Trackback dal tuo sito.

Commenti (8)

  • Ivan

    |

    uno dei migliori pezzi della tua carriera di blogger…complimenti…io e il mio capo siamo ancora piegati dalle risate!!!

    Rispondi

  • Marco

    |

    CITAZIONE DEL POST:
    “Il cambiamento deve partire da noi altrimenti non succederà mai”
    Io sono rimasto lì ammutolito.
    Chissà perché la gente declina sempre le responsabilità agli altri.
    “Non faccio la raccolta differenziata perché tanto buttano tutto insieme!”
    “Non m’interessa la politica tanto mangiano tutti!”
    “La merda del cane la lascio per terra tanto lo fanno tutti”
    Nessuno accetta il fatto di essere l’anello di una catena, nessuno lo capisce e quando tutto sembra irreversibile, diamo la colpa a chi sta un pochino più sopra di noi.
    Ecco, “This is it”, questo è quanto!”

    Hai ammutolito anche me… leggere la morale in un post così irriverente… hai un futuro da politico.

    Ma l’hai detto tu o l’ha detto Jakson della cacca del cane… il film ancora non l’ho visto e dopo il tuo post lo andrò a vedere.

    Inizi ad avere un’influenza su di me, sei l’OPRA del futuro, quella tipa americana che sceglie lei personalmente di cosa parlare nel suo programma e tutto ciò che tocca diventa oro.

    Rispondi

  • lidia

    |

    non ho visto That is it, ma devo dire che hai reso l’idea!
    LoVe

    Rispondi

  • lidia

    |

    non ho visto That is it, ma devo dire che hai reso l’idea!
    LoVe sono carlo non lidia!

    Rispondi

  • Pietro Gregorini

    |

    Grande Gabriele!! Basta, dopo questo aggiungerò il feed RSS tra i miei preferiti.. te lo meriti 🙂

    Rispondi

  • FRANZ

    |

    Ehi rimba….per la cronaca (nera) eravamo ad Assago….nel nuovo cinema/quartiere in fase di ultimazione realizzato da Erick van Egeraat (do you know?)

    Per il resto….Michael ti avrebbe cantato Tabloid Junkie

    Ciaoooooo

    FranzZz

    Rispondi

  • Portinaio

    |

    FRANZ :

    Ehi rimba….per la cronaca (nera) eravamo ad Assago….nel nuovo cinema/quartiere in fase di ultimazione realizzato da Erick van Egeraat (do you know?)

    Per il resto….Michael ti avrebbe cantato Tabloid Junkie

    Ciaoooooo

    FranzZz

    Non mi smentire! Sempre nel regno del tamarro eravamo!
    e poi Erick io non conosco e Michele mi avrebbe cantato ” Hai mai visto il mio guardaroba prima di giudicarmi” 😛

    Rispondi

  • ELENA

    |

    Grande, le tue storie mi mettono allegria…mi ricordano quelle che mi scrivevi sulla Smemo a scuola….
    Ciao Elena

    Rispondi

Lascia un commento