SONO CONVINTO DI AVERTI INVENTATO

Portinaio . Lavoro sporco, Portineria 3222 Nessun Commento

gloomy bear

Scusa se ti ho inventato.
Scusa se ti chiedo scusa.
E’ che avevo comprato i pezzi migliori. Non mi sono servito da nessun Discount, ma da un ottimo rivenditore autorizzato.
Mi aveva promesso che sarebbe andata bene, che al momento dell’accensione tutto avrebbe funzionato.
Gli occhi! Ho iniziato da loro. Scuri! Come i miei.
No! Li voglio verdi, anzi azzurri. Aspetti… me li dia nocciola perchè il suo sguardo deve essere diverso dal mio.
La bocca, che mi dica quello che voglio, che sia morbida, sottile, grande e rossa. Qual è quella che costa di più?
I capelli? Non importa. Tanto sto imparando a fare la maglia e un cappellino di lana la coprirà fino alle ciglia.
Le mani che siano affusolate, vorrei che suonassero il piano, che mi trattenessero quando sto attraversando con il semaforo rosso. Devono essere forti, anzi mi scusi…posso darle le mie? Vorrei sentire le sue sensazioni.
Quanti corpi avete? Niente scheletri, ho già i miei nell’armadio che non so se vanno nell’umido o nell’indifferenziata. Posso averlo un pochino più grosso? Voglio sbandare per evitarla.
Non la riempia di lacrime, giusto quelle per la felicità, anche i pensieri che siano puri e privi di gelosia. Magari metta nella scheda madre più sincerità, della fede, fiducia e competizione.
Che abbia un difetto di pronuncia, perchè non voglio sia perfetta. Voglio essere io a migliorarla con il tempo.
Nel prezzo è compreso il disordine? Raccoglierò io le sue briciole, mi viene bene nascondere le tracce.
C’è in promozione la fedeltà?
La paura deve scattare solo in caso di rapimento, per quale motivo dovrei provocarla?
Il sonno che sia pesante, non vorrei svegliarla nella notte. Io sono uno che piscia spesso. Nessun orologio biologico, ne senso materno, mi basta già la mia di madre.
La batteria che sia eterna! O almeno che abbia 20 anni di autonomia. Non ci mandi in crisi dopo 3 mesi.
Posso svitare le giunture di un ginocchio? Vorrei che si appoggiasse a me ogni tanto.
Voglio tanti vestiti, ho fatto un prestito per ogni cambio di stagione.
Manca qualcosa?
Ho dimenticato la lista a casa e poi il pianto ha sciolto le note che avevo scritto. Lo so che state per chiudere, ma non faccio in tempo a tornare a casa. Ho anche il cellulare scarico e non posso telefonare a nessuno.
I ricordi! Aspetti!
Mi dia un murales gigantesco, un bacio che la spezzi in due, abbracci strettissimi, malinconia dei giocattoli, cene etniche, lacrime sul cuscino, senso di solitudine, un cane con il fiocco, un gatta madre, un bastardino, una famiglia più o meno come la mia, senso dell’umorismo, l’uso forbito della parola, una laurea, scarpe da tennis, feste in maschera, shopping compulsivo e la mia faccia!
Quant’è? Accettate carte di credito? Sa ho finito i contanti, li ho spesi in fazzoletti. Le avevo comprato pure un phone per riscaldarsi e una camicia svasata.
Mi dia anche la scatola nera. Quella che registra tutto. Non voglio vivere tra pareti di pasta di mandorle.
Ci terrò dentro la delusione, il tradimento, la nausea, la mortificazione e il dubbio.
E’ sicuro che se la butto in fondo al mare resisterà fino a 5000 metri? Certo ho letto le avvertenze sulla scatola, ma non vorrei che tornasse in superficie.
Scusa se ti ho inventato.
Scusa se non funzioni!
Resetterò l’aorta, abbasserò la pressione, pomperò più sangue, ti massaggerò la schiena, ti scalderò i piedi e ti darò più corrente.
Perchè non funziona?

Si prega di leggere attentamente le presenti condizioni generali di utilizzo prima di consultare la mente.
Per durare come previsto il cuore deve essere sempre sufficientemente in carica.
Se l’anima viene impiegata prevalentemente su percorsi brevi o non viene utilizzata a lungo, far controllare di frequente le condizioni di carica della batteria.
In caso di sostituzione di un sentimento devono essere utilizzati soltanto pezzi originali.
Informazioni a riguardo sono reperibili presso ogni officina qualificata, per qualsiasi problema la invitiamo a contattarci, solo prima di essersi liberato della corona di spine.

Il Portinaio

gloomy bear

voglio dormire con te

Tags: Lavoro sporco Portineria

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento