VOGLIO VENIRE IN GIAPPONE CON TE #4

Portinaio . Amico è, Gadget per adulti, L'altro Mondo, We are Family 2549 1 Commento

Manca poco.
Tipo che domenica alle 7 starò facendo colazione con del pesce e del riso.
Mia madre pensa come al solito che stia andando in guerra.
Ma soprattutto crede che un viaggiatore ha ancora bisogno…

“Ti ho comprato un marsupio!”
“Stai scherzando vero?”
“No! E’ comodo. Ci puoi tenere i soldi, le cicche, le sigarette e una piccola beretta”
“Mamma l’ultima volta che ho portato un marsupio era il 1993”
“Tu non capisci niente! E allora vai in giro con quella borsa verde militare da comunista”
“0_o

La valigia non l’ho ancora fatta. Le previsioni meteo che mi arrivano dai miei amici sono discordanti.
Mia san dice che non fa ne caldo ne freddo, Marco dice che c’è il sole ma fa freddo e un’altra mia amica è in giro in maniche corte, ma lei ha appena partorito quindi avrà ancora gli ormoni disorientati sulla percezione del clima.
Cosa mi porto? Il giubbino nero di pelle me l’ha mangiato il cane di mio zio pensando fosse una carcassa di vitello, la giacca di fustagno grigia mi fa sembrare Max Pezzali nel periodo cortisonico e il K-way con la bandiera giapponese fa tanto nazionalista fascista.
Ieri in preda al panico sono uscito in canottiera! Perchè non ci sono più le mezze stagioni?
Adesso ho le tonsille gonfie come pompelmi Jaffa e mi fa male la cervicale.
Quante mutante mi porto? Meglio lo zainetto o la borsa a tracolla?
Pare che i giapponesi siano ladri di ombrelli, che faccio? Mi porto il mio o ne ciulo uno fuori da qualche centro commerciale? Poi però rischio di essere arrestato.
Vabbè mi vesto così, da pesce morto, sperando mi facciano a fettine. Voglio diventare un sashimi!

giappone cosplayer
Sono anche arrivate le richieste. Ovviamente la prima a bussare alla mia porta è stata Lady Disturbia, mia ex compagna di avventure giapponesi.

“Allora paciughino del mio cuore, voglio che mi compri un polpo. Ho scoperto che è un porta fortuna per gli studenti”
“Ma dove lo metto? Poi puzzano”
“Cretino finto!”

Così, visto che ho l’anima del Capo dei giocattoli, mi sono messo subito alla ricerca di questo cefalopode della famiglia Octopodidae però finto. 😛

“Lady Disturbia ne ho trovato uno! Ti mando la foto”

polpo

“Caro paciughino morbidoso ti sembra che io possa tenere questa schifezza in casa mia? I peluches portano acari. Io lo voglio in ceramica con intarsi in oro zecchino e lacca rossa giapponese”
“Ma cosa ti serve? Tu non sei più studentessa!”
“Mi sono iscritta di nuovo all’Università, perchè mi mancano solo 4 esami alla laurea”
“E se non lo trovo?”
“Vedi di sbatterti piccola testa di zucchina. Poi ricordati di non mangiare la balena e cibi di origine animale e vai a manifestare nei porti giapponesi insieme a quelli di Greenpeace”
“Comunque non sono morbidoso, ho perso altri due chili e una taglia di pantaloni”
“Non me ne frega niente! Tu mangi ancora i cadaveri”.

Lady Disturbia ha assunto un’altra personalità, dovrebbe farle un’intervista Bossari a Mistero.
Ora le piace farsi chiamare Lady Vega del caldo conforto.
Negli anni ha cambiato tante identità. Ecco la cartella clinica che il suo psichiatra mi ha dato sottobanco in cambio di un portachiavi di Pikachu:

1) Gattara cronica: Legge il futuro nella lettiera del gatto
2) Vegana bresciana: Non contesta le ricette locali del suo paese che prevedono spiedo di uccellini di frodo uccisi sparati e massacrati nella sofferenza
3) Ayurvedica ossessiva: Detesta l’olio Johnson perchè è pieno di paraffina e beve solo acqua bollita. Le bibite gasate sono bandite dalla sua dieta insieme alle Adidas, perchè dice che sono fatte con pelle di cuccioli di canguro
4) Sorella nevrosi: Soffre ancora per la separazione dalla gemella parassita.
5) Milf paranoica: Seduce gli studentelli per avere il seme fresco, ingrediente segreto per richiamare Madre Natura

“Ricordati che voglio un gadget di Lamù e una pochette di Creamy. Poi vai al negozio di Rascal a Tokyo e mi compri l’asciugamano per fare i massaggi o per farsi il bidè! Voglio anche un gioiello di Alice nel Paese delle Meraviglie e un pupazzo di Lulù l’angeli dei Fiori”
“Le ciabbatte di Sampei non le vuoi?”
“No! Quelle poverate te le puoi comprare tu!”
“Ma sono bellissime!”
“Secondo te perchè i giapponesi camminano tutti storti, non hanno un buon sostentamento plantare e mangiano i delfini”
“Beh noi abbiamo le Geox e mangiamo conigli”
“Vedi di ritornare con tutto quello che ti ho chiesto sennò non sono più tua amica”
“Beh sarò amico con le tue altre personalità”.

Neanche il tempo di respirare.

“Ciao sono il tuo amico Andrea, ti aspetto sotto casa. Ti porto la cento Euro, mi devi comprare il Goldrake e un Jeeg Robot”
“Ok! Scendo!”
“Ciao sono la tua amica Maria Rosa Carla vedova in Criscitiello, mio figlio vuole un Mazinga”
“Scusi non la conosco”
“Buongiorno sono della A2a, l’azienda che le rifornisce gas e luce, mi può gentilmente comprare una cover per il telefono fatta di tempura?”
“Per Dio esiste?”

iphone cover tempura
Parto sabato. Arriverò domenica mattina alle 7.30. Verrà a prendermi il fidanzato di Mia San, che parla solo Giapponese.
Non ho ancora scelto cosa portare. Ho la valigia aperta, voi  volete qualcosa?
Non ditemi “basta che ti diverti” perchè sennò che cazzo ci vado a fare?

Il Portinaio

“Ciao amico non mi hai più scritto”
“Cosa?”
“I luoghi migliori da visitare a Tokyo”
“Se vuoi ci vediamo lì”
“Bene…io ho prenotato un hotel a Shinku”
“Shinku? Ahhahahahahahahah” (Shinjuku)
“Sì…ne avevo trovato uno anche a  Shuya…” (Shibuya)
“Mamma sei tu?”

PORTINAIO_2014_Testata_Giappo_03ok

Commenti (1)

  • Watanabe

    |

    L’unica cosa che io voglio e che tu ti diverta 😉

    Rispondi

Lascia un commento