ARBITRO CORNUTO

Portinaio . Lo sport fa sudare, Portineria 2610 3 Commenti

fallo pallavolo

“Non è che hai voglia di venire ad arbitrare la partita di pallavolo della squadra delle bambine della tua società sportiva?”
“No! Ho il corso di infortuni domestici”
“????”
“T’insegnano a non cadere dalle scale mentre cambi le tende e a non tagliarti la giugulare quando affetti l’arrosto”
“Ma è un Under 13. Sono bambine!”
“Sono in età prepuberale!!! Avranno gli ormoni a palla!”
“Ti regalo la maglietta della squadra”
“Ok…vengo!”

Appuntamento alle ore 15.00 presso la palestra anni 80 della mia città.
Arrivo un po’ prima, giusto per pranzare, ma scopro che il sabato a mezzogiorno tutti le pizzerie al trancio sono chiuse. Solo i kebabbari sono aperti. Poi ci lamentiamo che ci rubano il lavoro.
Ho vagato come un berbero nel deserto e alla fine sono riuscito a raccimolare cinque felafel, che mi si sono riproposti durante la giornata.
Per cucinarli serve: cipolle, aglio, ceci, farina, prezzemolo, sale, pepe e cumino. Il cumino è l’unica pianta erbacea che puzza di ascella.
Alle 14.50 mi telefona la dirigente della squadra.

“Hai un fischietto?”
“No! Però sono un petomane”
“Puoi passare a prenderlo a casa mia?”
“Se fischio con le dita?”
“Ti aspetta mio marito!”
“Perchè non ridi alle mie battute?”

Corro in tutta fretta, bruciando due semafori. Citofono e aspetto l’ascensore. Intanto arriva un ragazzo con la spesa da portare a una vecchia.
Cos’è questo odore di cane morto?
Guardo dentro la cesta è vedo sacchetti di cumino.
Per Dio! Ecco perchè i leghisti mangiano solo la polenta e cassoeula, poverini come biasimalri.
Non che la cassoeula sia un piatto profumato. Di solito la usano come effetto speciale nelle scene splatter con gli zombie.
Recuperato il fischietto sono arrivato in palestra tutto sudato.
Io non ho mai fatto l’arbitro di pallavolo!
Mi vergogno a fare i gesti con le mani e a stare sul trespolo come un pappagallo.
Da lontano assomiglio più alla statua di Stalin. Le bambine mi guardano perplesse.
Una mi chiede “Posso andare in bagno?”
Merda! Vuoi vedere che è diventata signorina proprio adesso? E chi glielo spiega che a un certo punto della sua vita quella cosa inizierà a sanguinare per circa 35 anni e che quando finirà avrà le vampate, cali di umore e piccole perdite?

“Devi fare la pipì?”
“No devo bere!”

Sono salvo.
Bene bambine iniziate pure i riscaldamenti. Palleggiate…schiacciate…fate il bagher. Io intanto ripasso le mosse del perfetto arbitro.

mosse macarena
Ecco sono a posto!
Bene adesso al mio fischio andate a battere!
Cosa ho detto? Sono stato ambiguo? E se mi prendono alla lettera? Dovrò essere processato insieme al Cavaliere, Lele Mora ed Emilio Fede.
Fate così non battete e iniziate la partita, tanto si vede che siete disciplinate e ben allenate.
Fischio d’inizio.
La squadra avversaria che chiameremo simpaticamente “lolite” è composta da dodici elementi, più o meno della stessa età. Hanno tutti i capelli lunghi tranne una.
Cazzo è Donatella Raffai! Ha la stessa capigliatura.

Donatella raffai

Per battere si mette a otto metri dal campo, ha una forza bruta e dei peli sospetti. Devo controllare sulla carta d’identità, questa secondo me si chiama Mario.
Sono molte brave, tirano su tutto come delle aspirapolveri. L’allenatore durante il tempo le dopa con Chupa Chups al pentetrazolo e Vigorsol ripiene di anfetamine.
Poi non sudano!
Dietro di me ci sono le mamme che commentano la partita.

“Arbitro è fuori!”
“Arbitro è invasione”
“Arbitro che bel culo che hai!”

Allora stronze cotonate, volete venire su voi a fischiare in ‘sto coso pieno di batteri?
A un certo punto ho beccato una ragazzina che mi prendeva in giro con l’allenatore.

“Oh ma l’arbitro coi baffi chiama la formazione in modo sbagliato”

Brutta nana malnutrita come ti permetti! Ti sei vista? Hai i capelli pieni di forcine perchè sei crespa e le calze lunghe contenitive.
Ma siccome qui comando io, le fischio subito un fallo inesistente. Così impari...tifo Napoli tiè!
Se non lo sapevate, ma poi mi chiedo come fate a saperlo, mio padre faceva l’arbitro da giovane, per le sqaudre di calcio. Credo nella categoria eccellenza.
Mia madre una volta mi ha portato a vederlo e una signora davanti a noi ha iniziato a inveire contro di lui.
Ho passato tutta la partita con le orecchie tappate e al grido “tua moglie è a casa a scopare”…potete immaginare quel T-rex di mia madre cosa ha combinato.
Credo abbiano sospeso la partita per rissa sugli spalti.
Ecco perchè mi ero promesso di non fare mai questo mestiere.

Il Portinaio

Commenti (3)

  • black mamba

    |

    Caro portinaio
    Mentre leggevo il tuo post avevo le lacrime agli occhi….dal ridere..
    Ma perché nn parli mai della squadra in cui giochi tu?
    Tipo….sabato sera come è andata? ??

    Rispondi

  • pulci

    |

    caro portinaio che dire….. hai già detto tutto!!! ma vorrei poter leggere di più sulla tua squadra… dicono che c si alleni con il saio…. è vero? :-D:-D:-D:-D:-D:-D:-D

    Rispondi

  • LaRigo

    |

    “Perché non ridi alle mie battute??” Uhauhauha!!!!Il portinaio : x molti ma non x tutti!!!grazie x il sorriso,ora vado a prendere le mie pre-lolite che tiro su a cassoeula!!!

    Rispondi

Lascia un commento