LA PAROLA CHIAVE (Cicciolina e il cane)

Portinaio . Italians do it better, Musica Maestro, Porno subito, Videocracy 7532 6 Commenti

Tra le cose che mi divertono di più di nel gestire questo blog, è sapere con quali parole mi trovano.
Mi chiedo chi sia la persona che chiede a Google “mio nonno scatarra, cosa posso fare?”
“Ragazza mia, dagli Limosucil oppure guarda se ha esagerato con il Cialis, magari gli è andato di traverso”.
Internet dev’essere un covo di sessuomani…io passo ore a scrivere candidamente di Kiss me Licia, Puffetta Bontina, corone di margherite, occhi a forma di cuore e biglietti gratis per Tokyo.
Mentre nel retro bottega del Portinaio trovo: lesbiche giapponesi che si sverginano, maestre giapponesi che si fanno gli alunni, fiche giapponesi.
Ma tutti pensano che le Giapponesi facciano queste cose?
E le Italiane?
Beh una che domina su tutte è Cicciolina!
La cercano con il cane, il cavallo, il serpente e ahimè coi peluches.
Quanto mai l’ho paragonata a Georgie qui.
Da allora mandrie di pornografi visitano il mio sito pensando di trovare video hard e ragazzine di Harajuku che fanno a gara a rasarsela.
Cosa devo fare?
Ovvio, smonto il mito!
Cicciolina per anni ha visitato casa mia.
“Mamma che video è questo qui?”
“Taci è di quel porco di tuo padre!”
“Ma guardate film porno?”
Premesso che mio padre è commercialista, ogni tanto per Natale sotto l’albero insieme all’arriccia capelli, i transformer, il Big Jim e l’anello di Buccellati che mia mamma tanto desiderava, apparivano i cesti dei clienti: quello del salumiere era pieno di caciocavallo, prosciutti e salamele; quello del fiorista di fiori secchi; quello della pizzeria con le croste secche e quello del sexy shop!
“Io apro questo mamma… ‘Cicciolina e Moana ai mondiali’? Ma che film è? Mica giocano a calcio!”
“Giocano con altre palle, lascia perdere”
“Mamma, questo pacchetto vibra”
“E’ il rasoio di papà lascialo stare”
“Voglio usarlo!”
“Ma hai ancora i baffi da Portoricano, sei ancora nella fase pre-pubertà”
“E’ per questo che voglio usarlo”
“No, quello lo uso solo io!”
“Ma tu non hai i baffi”
“Ma lì sì…”
“Lì dove?”
“E vai a letto che è tardi!!!”
Fra le porno star italiane, Cicciolina è sicuramente quella più famosa per almeno tre ragioni:
1) perché si è infilata la coda di un serpente senza che l’Enpa o Brigitte Bardot siano intervenuti;
2) perché si è infilata il coso di John Holmes senza che nessuno le mettesse dei punti di sutura;
3) perché è stata il primo parlamentare a non metterlo nel culo a nessuno, ma a prenderlo!
Io me la ricordo vagamente quando stava coi radicali.
Sicuramente si vestiva come una deficiente.
Allora, passi che prendi piselli dalla mattina alla sera e quindi devi tenere quell’allure da cerbiatta in calore, ma le coroncine di fiori che te le mettevi a fare?
Un bel cerchietto no? Che tiravi indietro i capelli e stavi fresca? Immagino facesse caldo con tutti quei “membri” in Parlamento.
Niente da fare,  ostentava tailleur con sguscia seno incorporato, diceva cazzate planetarie e il mondo ci pigliava per il sedere. Alda D’Eusanio perse pure tempo per scriverci un libro.
La biografia sul sito web di Ilona Staller si apre (apre è un verbo ricorrente nella sua vita) così:
“Sono nata all’alba, il 26 novembre (non dice l’anno, come se a noi ce ne fregasse di sapere che era il 1951 o su per giù) dopo una lunga notte tempestosa, in una clinica della mia città, Budapest… ero una bambina molto dolce e, a detta degli altri, anche molto bella. Amavo i fiocchi nei capelli, mi sembrava di volare via (per volare via non ti devi mettere i fiocchi nei capelli ma gli uccelli)…il mio fratello più piccolo faceva spesso la pipì in testa agli inquilini di sotto…”
Questo più che l’incipit della vita di Cicciolina sembra l’inizio di un romanzo di Barbara Cartland, la regina dei romanzi rosa.
Io non so chi sia il web master del sito, ma stiamo parlando di una delle massime icone del porno e non possiamo leggere una fregnacciata del genere.
Che ce ne frega a noi di quando facevate le piogge dorate da piccoli, dicci quanti “volatili” hai preso.
Eppure se si continua a scorrere la sua vita sembra di rivedere la protagonista dell’Albero degli Zoccoli…” giocavo con le bambole di pannocchie…mia nonna mi accarezzava la testolina…nel ’74 conobbi Berlusconi che mi invitò con il suo aereo privato su un’ isola greca…” ecco forse da qui diventa l’albero delle zoccole!
Peccato non venga ricordato quando voleva trasformare la Villa Reale di Monza in un casinò!
Nostra Signora dei Peluches Infeltriti ha inciso anche parecchie canzoni, vere perle della pop dance anni ’80. Persino Morricone ha scritto per lei un pezzo intitolato  “Cavallina cavallo”, quindi o lui è un pipparolo o lei l’ha cantata a sua insaputa.
Siparietto dei miei ricordi alle elementari.
“Guarda Gabry, ti piace il mio popples?”
(Io che non l’avevo ricevuto a Natale)
“Chiaretta sembri Cicciolina!”
“E chi è?”
“Una che ha un sacco di popples”
“Mi piace il nome Cicciolina!”
Poco dopo la maestra interrogò Chiaretta.
“Chiaretta, vieni alla lavagna”
“Mi chiami Cicciolina…ho anche il suo peluches”
Furono convocati i suoi genitori e di lei non si seppe più nulla!
Wikipedia senza inibizioni e senza peli sulla lingua cita fra le curiosità questa notizia: “Nel film Cicciolina Number One, assiste insieme ad altri attori alla performance di una certa Wanda con un cavallo nero chiamato Principe, ma non ha nessun rapporto con l’animale, come a volte viene erroneamente riportato.”
Quindi cari miei basta cercare questa cosa di Ilona Staller con i cavalli, lei non l’ha mai fatto!
Per una punta di coda di serpe che ha usato come vibratore si è fatta la nomea di donnaccia che va con gli animali?
Mai provato il criceto Ilona?
Pare faccia cose esilaranti!
Cicciolina comunque ha combattuto per la democrazia italiana, una vera Giovanna D’Arco de noi artri: voleva l’amore nelle carceri, l’istituzione di parchi dell’amore, meno tasse sul porno, no alle pellicce e tassa ecologica sulle auto.
Spero che questa che indossi sia finta!
Non brilla di simpatia, trovo ridicolo che oggi, alla sua età, si sia voluta gonfiare le tette e disegnare le sopracciglia con il righello.
E le unghie? Ma chi l’ha detto che una pornodiva deve averle così lunghe? Se lo pigli in mano lo fai a fette. Poi bisogna chiamare i RIS per trovare i resti sotto la french manicure.
Io stimo invece Milly D’abbraccio perché è mia paesana, ha preso solo 19 voti alle elezioni del 2008 con i socialisti, non si mette corone e i sette veli del Maraja e parla italiano!
Mi piacerebbe parlare anche di Jessica Rizzo, l’unica porno attrice che il silkepil lo usava per spennare il pollo e non per radersi l’aiuola, ma non vorrei passare per un amante del generis.
Termino così, quando alle scuole medie volevamo mandarci in gita in montagna.
“Ragazzi dove volete andare in gita?”
“Prof…all’Aprica!”
“Perché Gabriele?”
“Perché si mangia, si beve e si lecca la…”
Nota sul registro!
Me l’ha insegnata mio padre che gliel’ha insegnata Cicciolina!

Il Portinaio

Trackback dal tuo sito.

Commenti (6)

  • Marco

    |

    Anche da noi succede la stessa cosa, e’ il bello di Google che manda i pornauti alla ricerca di “ragazze giapponesi con la topa in calore” nel blog della nostra famiglia….viva le keywords e gli algoritmi di ricerca che rendono Internet non scontata!!!

    Rispondi

  • Fabrizio

    |

    “3) perché è stata il primo parlamentare a non metterlo nel culo a nessuno, ma a prenderlo!
    Io me la ricordo vagamente quando stava coi radicali.”

    uhauhauhauha

    in periodo elettorale questa mi ha davvero divertito!!!
    Mio Diavoletto Verde ti amo alla follia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Non mi chiamo Candy (Silvia)

    |

    Ma in fondo una come lei perché non ricandidarla? Mi sa che è più credibile di tanti politici che abbiamo nel panorama odierno! Almeno lei qualcuno sapeva come renderlo felice!!

    Esilarante! Eh bravo il mio Portinaio!

    Rispondi

  • MilleOrienti

    |

    Caro il mio, apprezzo il post, l’ambascia e anche la coscia. Quanto all’ambascia: cosa dovrei dire io, che ho un blog sull’Asia e la parola con cui mi cercano di più, da mesi, è “luna piena”? Perché??? Solo perché mesi fa ho pubblicato un post con una foto della luna?
    Lunatici……..

    Rispondi

  • marco

    |

    A bhè io son sicuro che la maggior parte di chi ha inziato a leggere il post si è fermato a metà per cercare su google : John Holmes ahahahahaha
    Grande e fantastico e dire poco… fra 1 mese tienici informato sulle nuove query … immagino con questo post fra ciccciolina, pioggia dorata, berlusconi e le zoccole.. chissà cosa ne viene fuori …

    Rispondi

  • Pietro Gregorini

    |

    ahahahah.. caro, mio, quanto ti capisco.. le statistiche di google analytics a volte mi fanno scompisciare.. vabbè, un classico del mio sito è quello legato a suicidi, sangue e cose del genere – non ci stupiamo, no?! 🙂 ma il più bello credo sia stato “scopate di nani”.. evidentemente i miei visitatori apprezzano altri generi.. 😀

    Rispondi

Lascia un commento