NOVE25 (Modelli per un giorno)

Portinaio . Portineria, Shopping Compulsivo 4221 3 Commenti

Tutte le modelle famose dicono sempre la stessa cosa: “Stavo accompagnando la mia amica a fare un provino e poi hanno scelto me”
Ormai a questa leggenda non ci crede più nessuno!
Perchè tutte le volte che io accompagno qualcuno a fare una determinata cosa non mi scelgono mai?  Ovvio perchè non entro a fare colloqui, audizioni, esami o quant’altro, ma rimango al bar o in auto ad aspettare.
Non è che se portate la mamma a fare la colonscopia ve la fanno anche a voi!
Quindi basta sparare cazzate!
Dite piuttosto “Beh c’era la mia amica che pareva una cessa e allora è bastato inginocchiarmi per farla scartare e vincere”.
Una domenica mi sono accorto che in casa era finita la focaccina con le olive. In preda all’ossessione di non avere nella dispensa dei carboidrati sono sceso a cercarli.
Arrivatato fino in Corso Garibaldi a Milano dal noto Princi (famoso per non fare gli scontrini) ho fatto una coda assurda per comprarla, ma quella sbadata della commessa mi ha rifilato una pizzetta!
Come una stronza mi guardava come se fosse stata colpa mia.
Così ho fatto il furbo e sono uscito senza pagare, scappando a gambe levate!
Sono arrivato fino in via Marghera, nota zona borghese di Milano (riuscendo a seminare tutte le panettiere di Princi).
Qui ci sono solo Labrador e signore con le Hogan.
Improvvisamente un’apparizione!
Davanti a me due immense vetrine con dentro monili di ogni genere, ma soprattutto lui: l’anello che cercavo da una vita!

Certo è un teschio direte voi! Sarà anche abusato come simbolo, ma guardate l’ottima fattura, il fatto che non abbia i denti e il colore black antique. Con questo gioiello posso richiamre il mio lato oscuro e diventare il principe del male!
Ho sbavato sperando che si consumasse il vetro per poterlo rubare.
Poi ho notato anche gli anelli a forma di cane, di teschi mexicani, collane con cuori umani  e una lattina abbandonata davanti al negozio.

Così da bravo cittadino ho rimosso la sporcizia, ho tolto anche le foglie secche, raccolto i “muccini” delle sigarette e aspettato che aprisse.
Il negozio in questione è Nove25 e il lunedì mattina è chiuso!
Dovrò aspettare!
E siccome le buone azioni non rimangono mai impunite, ecco che seguendo la loro pagina facebook ho scoperto che cercavano un modello per un loro anello.
Il modello però non doveva essere umano, ma bensì “canino“, nella fatispecie un carlino.
E il Portinaio chi tiene segregati in cantina a crocchette e acqua? Petunia e Bandito!
E’ bastato fargli vedere QUESTO video e due preghiere a Padre Pio per ottenere il famoso provino!
Appuntamento alle 5 del pomeriggio!
Stranamente ho trovato subito parcheggio e…

“Che bei cani!”

Mi giro e un clone di Eva Henger, con l’accento dell’est faceva usmare al suo cane la vagina della spaventata Petunia!
Se non sapete chi è Petunia ve lo riassumo in un secondo: Carlino biondo senza collo, amante dei cuscini e con una forte ritenzione idrica, autistica e vittima delle attenzioni sessuali del suo amichetto Bandito.
(Qui e qui un po’ di link sulle sue avventure)
Banditiello invece è un carlino nero, detto “Morte a Venezia” per il suo alito mortale, mattiniero come un gallo e urinatore folle.
(Qui e anche qui la sua storia in Portineria).

“Che bei cani!!”
“Ho capito”
“Sono tuoi?”
“No li ho trovati legati davanti all’Oviesse”
“Irene”
“Petunia”
“No io Irene”
“Ahahahahah scusi…avevo capito che stava cercando di indovinare il nome del cane”
“Ti piace il mio cane? Si chiama Charlie!”

Eva Henger era accompagnata da un carlino maschio, sicuramente incrociato con qualche sanitario, visto che aveva una coda a forma di scopetto del cesso e zampe più lunghe rispetto allo standard “carlinesco“.
Petunia tutta infastidita dal cane impuro si è nascosta dietro le mie gambe e Bandito invece si è strusciato il pene sulle caviglie della signora Henger.

“E’ bella cicciottella questo cagnolina”

Signora si è mai guardata allo specchio? Lei è il suo cane sembrate pronti per un porno animal.

“Facciamo fare i cuccioli?”
“Scusi?”
“Sì noi facciamo i cuccioli e poi li vendiamo al mercato nero dei carlini e facciamo anche più di mille euro a cagnolino”
“Signora i cani non sono miei, li tengo in affido perchè il padrone è stato rinchiuso in psichiatria. Credo che questa cosa sia impossibile”
“Ma io ti lascio il mio numero di cellulare e vieni tu quando è in calore e li facciamo accoppiare”

Perchè Eva Herzigowa quando ha accompagnato la sua amica a fare il provino ha finito per avere un contratto e io solo molestie sessuali?

“Allora mi chiami?”
“Signora la cosa mi lusinga molto, ma mettiamo che il cane muoia di parto? Il padrone mi riempirebbe di calci nel sedere e mi obbligherebbe ad allattarli tutti con i miei capezzoli pelosi”
“Ma guadagnamo tanto”
“Guardi che a lei spetta solo un cucciolo”
“Vuol dire quasi mille euro”

Si vabbè questa pensa solo ai soldi e a far sfogare il suo cane libidinoso.

“Mi scusi ho un appuntamento, devo portare il MIO cane a fare un provino da modello”
“Posso accompagnarti?”

Non sia mai!

Nove25 si trova a Milano in via Carlo Ravizza 3!
E’ un “luogo” magnetico, creativo e avanti mille anni luce.
Questo Natale lasciate perdere i Dodo di minchia di Pomellato, andate da Nove25 e cercate una Petunia o un Bandito d’argento, dite che vi manda il Portinaio e ricordatevi di non buttare le lattine per strada!
Grazie a Davide e a David per la cortesia, l’opportunità e la pazienza!
I “miei” carlini in affido ringraziano e questo è lo stupendo risultato:

Il Portinaio

Commenti (3)

  • Giusy

    |

    IL PORTINAIO sei il mio nuovo mito…
    ti adoro….

    Rispondi

  • Maurizio

    |

    Devo fare un giro in quel negozio…quella collana col cuore ci piace!!!

    Rispondi

Lascia un commento